Ius soli: Maroni, è un'aberrazione

Ius soli: Maroni, è un'aberrazione

Lo ha ribadito il presidente della Regione Lombardia Roberto Maroni questa mattina, partecipando all'incontro 'Crescere insieme: aziende e istituzioni a confronto', organizzato dalla Fondazione Politecnico di Milano.

"Non c'è la necessità di fare ulteriori ricorsi, perché lo ha già fatto il Veneto".

"Mi auguro che lo ius soli non venga approvato, nel caso siamo pronti a fare ricorso alla Corte Costituzionale se verra' approvata nei prossimi giorni la legge".

"Abbiamo investito e stiamo investendo davvero molto nella ricerca: quando sono stato eletto, ho messo - ha ricordato il governatore lombardo - nel mio programma di governo di arrivare al 3% del Pil della Lombardia in ricerca, partendo dall'1,7%, e posso ora dire con soddisfazione e orgoglio che, per la fine dell'anno, questo obiettivo sarà raggiunto, quanto a risorse complessive, in collaborazione con i privati. E questo colloca la Lombardia prima tra le Regioni italiane e tra i Quattro Motori d'Europa". Il modello unitario, sostiene, è anche il solo modo per "per proporsi come una coalizione capace di governare e di risolvere i problemi, degna di essere votata: questo è il modello Lombardia". "Dopo che la Regione Lombardia ha elaborato il Bonus famiglia, per 1.800 euro - ha aggiunto Maroni -, il Governo ha introdotto un bonus di 800 euro, per tutti, senza specificare il reddito. Innanzitutto le tre leggi - 'Impresa Lombardia', 'Manifattura Diffusa 4.0' e 'Lombardia e' Ricerca e Innovazione' -, che hanno reso possibili moltissimi progetti, in un rapporto btob, come per gli Accordi di Competitivita'".