Italia: nave urta la banchina a Ischia, 55 feriti lievi

Italia: nave urta la banchina a Ischia, 55 feriti lievi

Il traghetto della compagnia privata Medmar, la "Maria Buono", nel corso della manovra di attracco è andato a sbattere contro la banchina.

I passeggeri, che erano in attesa di sbarcar, sono caduti e 29 di essi sono rimasti leggermente feriti (contusioni ed escoriazioni) e sottoposti alla cure dei sanitari del Rizzoli. Sembra che una donna abbia riportato un trauma cervicale. Trasportato al pronto soccorso dell'ospedale Rizzoli, al bambino è stato diagnosticato un trauma cranico. "Abbiamo sentito un urto, i passeggeri sono finiti a terra, è stato il panico". Qualcuno, scosso ed atterrito da quanto stava succedendo, ha pensato persino che si trattasse di un attentato terroristico. Sul posto presenti Capitaneria di porto e sanitari del 118.

Alcuni dei feriti hanno raccontato del caos e del panico tra i passeggeri delle più efficienti della flotta Medmar è la loro nave ammiraglia costruita nel 1990, ha 2 metri di lunghezza, 15 di larghezza, 2320 tonnellate di stazza. La Guardia Costiera ha transennato l'area, interdetto l'ingresso e impedito la partenza della nave. Un racconto che fa proprio anche Esterlina De Vincenzo, una dei tanti passeggeri della nave mentre attende il proprio turno in ospedale, per un dolore al piede.

Spetterà alla Capitaneria e alle autorità far luce sulla dinamica dell'incidente e capire se sia stata la conseguenza di un errore umano o di un malfunzionamento.