Interferenza russa sulle elezioni Usa, arrestata una donna

Interferenza russa sulle elezioni Usa, arrestata una donna

Dai media Usa si è venuto a conoscenza che il dipartimento di Giustizia Usa avrebbe presto identificata una persona, impiegata del governo federale, e messa sotto accusa per aver passato alcune informazioni segrete alla testata giornalistica Intercept che opera online. Ci sarebbe l'intelligence militare russa, secondo un documento anonimo divulgato rompendo il segreto dall'Agenzia Nazionale alla Sicurezza USA, dietro questo pesante cyberattacco, tanto che gli hacker sarebbero arrivati anche a contattare direttamente ben 100 funzionari elettorali alla vigilia del voto per le Presidenziali. Stando a nuovi documenti della Nsa, hacker russi avrebbero attaccato almeno uno dei fornitori di software per le elezioni americane prima del voto nelle presidenziali 2016. Non emerge tuttavia dagli stessi documenti del'agenzia federale Usa se l'intervento abbia avuto un effetto sull'esito del voto. Il dossier non contiene tuttavia materiale 'grezzo', ovvero le informazioni di intelligence originarie su cui il rapporto si basa, precisa Intercept che lo ritiene però comunque uno spaccato raro sul materiale a disposizione dell'Nsa circa le presunte interferenze russe. La 25enne Reality Leigh Winner, contractor della Pluribus International Corporation, assegnata ad un ufficio federale della Georgia, è accusata di "aver rimosso materiale classificato da una struttura governativa e di averlo inviato a organi di stampa".

Rischia fino a 10 anni di prigione, perché la diffusione di materiale classificato senza autorizzazione minaccia la sicurezza nazionale degli Stati Uniti. I pubblici ministeri hanno detto che la Winner ha ammesso di aver diffuso intenzionalmente documenti classificati.

I documenti top secret della Nsa, afferma Intercept, sono stati forniti in maniera anonima e poi autenticati in maniera indipendente, e il report, datato 5 maggio 2017, viene definito come "il più dettagliato resoconto del governo Usa sulla interferenza russa sulle elezioni".