Inter, ufficiale: Spalletti è il nuovo allenatore

Inter, ufficiale: Spalletti è il nuovo allenatore

La presentazione ufficiale, come informa l'Inter, avverrà "mercoledì pomeriggio alle ore 12:00 nella sala stampa del Centro Sportivo Suning in memoria di Angelo Moratti". Lunedì 3 luglio, si legge nella nota, dirigerà il primo allenamento della squadra. Il tecnico toscano, nell'ultimo anno e mezzo alla guida della Roma, ha fatto registrare una media di 2.33 punti a partita. A livello individuale Spalletti vanta il maggior numero di panchine tra i tecnici dell'attuale Serie A grazie alle 406 presenze sino ad oggi accumulate. "Inoltre, ha ottenuto la Panchina d'Oro 2004/05 e il Premio Miglior allenatore Oscar del calcio Aic nel 2006 e nel 2007".

Archiviata la questione allenatore, con l'arrivo ufficiale di Spalletti, a tenere banco in casa Inter è il caso di Ivan Perisic. L'impressione è che Spalletti sia la scelta giusta per questo lavoro "ingrato", e supportato da Sabatini, ha tutte le carte in regola per farsi rispettare. E stavolta le averi prendono una non fare una piega diversa. A vantaggio di Spalletti si aprono le porte della Patrimonio, aiuto giallorossa.

Durante l'incontro decisivo a Nanchino, il presidente Zhang ha promesso ingenti investimenti da parte della proprietaria Suning, che avrebbe stanziato un budget non inferiore ai 100-150 milioni di euro, al di là di quelle che saranno le cessioni degli esuberi.

Qualche mese posteriormente l'porto allo Zenit San Pietroburgo, come cui vince coppia campionati, una tra Russia e una Supercoppa russa pure all'esclusione nel marzo 2014. Adesso un avvenire a tinte nerazzurre. Il suo passaggio da giocatore ad allenatore avvenne a Empoli, nel 1994. In seguito allena Sampdoria, Venezia, Udinese e Ancona, prima di tornare nuovamente ad Udine nel 2002: coi friulani ottiene la qualificazione in Coppa Uefa e, nel 2005, chiude il campionato al quarto posto accedendo ai preliminari di Champions League.

In bocca al lupo, Luciano!