Incendio Londra, live su Facebook dal grattacielo: 'Aiuto siamo bloccati'

Incendio Londra, live su Facebook dal grattacielo: 'Aiuto siamo bloccati'

Ad accompagnarla titoli che denunciano il catastrofico e micidiale incendio di ieri nel grattacielo popolare di North Kensington, a Londra, come una tragedia di fatto annunciata e molto probabilmente evitabile. E proprio nei piani più alti dell'edificio stanno incontrando le maggiori difficiltà i vigili del fuoco, che oggi hanno dovuto arrendersi davanti alle condizioni strutturali del grattacielo, non più sicuri per consentire di proseguire le ricerche. I vigili del fuoco, che lavorano ininterrottamente, nella ricerca dei dispersi stanno operando con non poche difficoltà in quanto alcuni piani dell'edificio non sono stati ancora messi in sicurezza. Non ci sono motivi per sperare che Gloria e Marco siamo ancora vivi. Secondo il "Gazzettino Veneto" sono due ragazzi di 27 anni, nella capitale britannica da tre mesi per lavoro, che vivevano al 23esimo piano del grattacielo.

I due italiani dispersiMarco Gottardi e Gloria Trevisan, sono una giovane coppia di fidanzati veneti. Vorrei che il governo facesse una seria riflessione su questo. Così l'avvocato della famiglia di Gloria Trevisan, Maria Cristina Sandrin, parlando con i cronisti fuori dalla casa della famiglia a Camposampiero in provincia di Padova. Loro si erano appena sistemati": "la ragazza, infatti, si era trasferita in Inghilterra per aiutare la famiglia che attraversa una particolare situazione economica. Anche i tabloid sono critici, col Daily Mail che si chiede: "Come diavolo è potuto accadere?", e il Sun, "Gli avevano detto che era sicuro". Ieri poco dopo il disastro era emerso che gli abitanti del grattacielo avevano più volte protestato contro il rischio incendi e avevano definito "non a norma" una recente ristrutturazione.

IL MESSAGGIO DELLA REGINA "I miei pensieri e le mie preghiere vanno alle famiglie che hanno perso i loro cari nell'incendio della Grenfell Tower e alle molte persone che sono gravemente ferite in ospedale". "Dopo le barbarie degli attentati terroristici delle ultime settimane, un'altra orrenda tragedia ha colpito la città di Londra", ha detto aprendo la seduta a Strasburgo il presidente Antonio Tajani, per il quale "questa vicenda rappresenta un dramma per la città di Londra, un dramma per il Regno Unito e un dramma per tutti quanti noi".

MINUTO DI SILENZIO Minuto di silenzio al Parlamento europeo per le vittime dell'incendio nel palazzo a Londra.