In fiamme i boschi di Pedrogao Grande, almeno 57 morti

In fiamme i boschi di Pedrogao Grande, almeno 57 morti

E' già stata definita la maggior tragedia con vittime umane degli ultimi tempi per il Portogallo, l'incendio divampato alcune ore fa e che ha provocato una vera strage con un bilancio ancora provvisorio di 58 morti e 59 feriti, dei quali almeno 5 in gravissime condizioni. Riguardo all'Italia, i due Canadair CL 415 del Dipartimento dei Vigili del Fuoco co-finanziati nell'ambito del progetto europeo 'Eu-Better Use of Forest Fire Extinguishing Resources by Italy', coordinato dal Dipartimento della Protezione Civile, sono pronti dalle prime ore di questa mattina a decollare per il Portogallo nel momento in cui il Paese colpito dovesse farne richiesta. "Sfortunatamente sembra che si tratti della più grande tragedia degli ultimi anni per un evento di questo tipo" ha detto il primo ministro portoghese Antonio Costa.

Alcune delle vittime sono state sorprese dalle fiamme mentre si trovavano in auto, hanno detto le autorità.

Diverse vittime, una ventina, hanno spiegato i soccorritori, hanno perso la vita nelle loro automobili, forse mentre tentavano la fuga. Lo ha indicato il ministro dell'interno Jorge Gomes, citato da Publico online. Tutti i centri abitati della zona sono stati evacuati nella notte. I forti venti che interessano la zona hanno reso difficile il lavoro ai vigili del fuoco, visto chele fiamme si sono propagate con violenza. Inoltre il rogo ha generato una nuvola di fumo estesa per chilometri che rende particolarmente difficoltose le operazioni aeree di spegnimento.

La polizia portoghese crede che l'incendio di enormi proporzioni sia stato probabilmente causato da un fulmine. Nell'estate del 2003 incendi in diverse località uccisero circa 20 persone.