Hyundai al via del Rally di Sardegna

Hyundai al via del Rally di Sardegna

Nuovi colpi di scena al Rally Italia Sardegna che durante la sua 2^ tappa ha regalato emozioni ed incertezza su ogni possibile pronostico della settima prova del Campionato del Mondo Rally.

"Pensiamo di poter competere per un risultato positivo, ma sappiamo che i nostri avversari proveranno a fare lo stesso" - ha commentato il team principal Michel Nandan - "Abbiamo dimostrato che, soprattutto su sterrato, la Hyundai i20 Coupe WRC ha il potenziale per puntare al podio e vincere: faremo del nostro meglio per massimizzare la nostra performance e tentare di ripetere il successo dello scorso anno".

Bisogna ammettere che dal vivo, sentirla arrivare a folle velocità, in sesta piena, in passaggi dove sarebbe impensabile viaggiare così rapidamente, fa un certo effetto.

Sardegna indimenticabile per Ott Tänak: il 30enne estone ha vinto la tappa italiana valida per il Fia World Rally Championship 2017.

Prima di Paddon, però, qualcuno era riuscito ad entrare in azione e a completare il percorso. Chiaramente siamo solo al secondo giorno di corsa dopo lo shakedown che si è svolto ieri e che invece ha visto dominare la Hyundai I20 di Neuvlle e del suo copilota Gilsou, che hanno brillantemente superato Tanak e Jarveola, consegnando la terza piazza al duo spagnolo Sordo e Marti. Al quarto posto di tappa il finnico Esapekka Lappi, che ha vinto la Ps 15 dopo aver risolto il problema alla seconda marcia nella prima tappa. Per il 26enne si tratta di una consacrazione e per Tommi Mäkinen, ex pilota e ora a capo della Gazoo Racing, una scommessa vinta. Il campionissimo fresco di trasferimento alla M-Sport ci ha abituato a partenze in sordina per poi tirare fuori l'artiglieria pesante nelle prove finali, ma a questo giro qualcosa, almeno all'inizio, è andato storto: forature ed imprecisioni hanno minato il suo assalto alla vittoria finale, ma nonostante ciò la tenacia e la mentalità da campione lo hanno supportato nella rimonta di oggi.

Chiudono la top ten il francese Eric Camilli alla guida della Ford Fiesta R5 e il decimo classificato Jan Kopecky sulla Skoda Fabia R5, che si conferma leader della WRC 2, mentre in WRC 3 domina Nils Solans su Ford Fiesta R2, davanti al francese Nicolas Ciamin ed al tedesco Julius Tannert. Primo punto iridato nel WRC per l'arabo Yazeed Al Rajhi.