Giovinazzi torna in pista. Con Haas nelle libere di 7 GP

Giovinazzi torna in pista. Con Haas nelle libere di 7 GP

In 6 occasioni sarà Kevin Magnussen a lasciare il proprio posto mentre all'autodromo Hermanos Rodriguez di Città del Messico toccherà a Romain Grosjean prestare la sua vettura all'italiano.

Dopo la parentesi con Sauber durata lo spazio di due Gran Premi, Australia e Cina, Antonio Giovinazzi si prepara a tornare al volante di una Formula 1 ma questa volta con il team statunitense Haas, che come Sauber utilizza motori Ferrari. I restanti sei appuntamenti saranno, oltre al già citato Silverstone, anche Budapest, Monza, Sepang, Mexico City, Interlagos e Abu Dhabi. Queste sessioni di FP1 con la nostra squadra gli permetteranno di sviluppare ancora di più le sue capacità. E' altamente considerato dalla Ferrari e ha fatto molto bene l'anno scorso in Formula 2 [Giovinazzi è finito secondo nella GP2 prima del suo rebranding]. "Un ringraziamento va anche a Kevin e Romain per la disponibilità a condividere l'auto con Antonio". Essere il terzo pilota della Scuderia Ferrari è chiaramente un'ottima posizione, avere la possibilità di trascorrere del tempo in macchina nelle sessioni di prove libere 1 con il team Haas mi consentirà di tenermi in forma. "In un anno già pieno di grandi opportunità, sono orgoglioso di averne un'altra con il team Haas". Sicuramente questo ultimo accordo è un grande balzo in avanti per quello che potrebbe essere un posto da titolare nel team americano per l'anno prossimo. Potrò mettere in pratica ciò che ho imparato al simulatore e applicarlo durante i weekend di gara. "Sono fiero della fiducia che Ferrari e Haas hanno in me ed un grazie va anche a Kevin e Romain".