Francia, un poliziotto è stato aggredito fuori la cattedrale di Notre Dame

Francia, un poliziotto è stato aggredito fuori la cattedrale di Notre Dame

Un uomo, forse di origini algerine, intorno alle 16 di oggi ha tentato di aggredire degli agenti di polizia nei pressi di Notre Dame a Parigi. La polizia ha sparato su un uomo sulla spianata dopo che questi aveva aggredito con un martello un agente.

Molti visitatori della cattedrale sono rimasti bloccati all'interno perché non gli è stato consentito di uscire dalla chiesa. L'aggressore - di cui non sono chiare ancora le ragioni anche se le indagini sono state affidate alla procura anti-terrosimo - e' ricoverato in ospedale.

L'agente, pochi i danni, una ferita di striscio al collo, viene portato via subito, più tardi arriva l'ambulanza per l'attentatore. Un poliziotto sarebbe rimasto ferito. Oltre che del martello l'uomo era in possesso di due coltelli e, sempre secondo Bfmtv, mentre era a terra avrebbe rivendicato di essere "un soldato del califfato", senza citare espressamente l'Isis.

Circa 900 persone sono state bloccate all'interno della cattedrale di Notre-Dame dalla polizia, che setaccia il quartiere dell'ile de la Cité, in pieno centro di Parigi, alla ricerca di eventuali complici dell'aggressore.

Aggiornamento ore 17.40: La zona dove è avvenuta l'aggressione sarebbe sotto controllo, secondo quanto riferisce la prefettura di Parigi. "Sono calmi, abbiamo spiegato loro la situazione e stiamo aspettando di poter uscire", ha spiegato alla tv BFM una esponente della diocesi. Il poliziotto rimasto ferito - ha detto il segretario generale del sindacato di polizia Unité Sgp Police-Fo - è stato "colpito alla testa" con un martello "in modo non grave". Immediata la reazione del collega che ha fatto fuoco, sparando due colpi.