Foto con giocatore di colore, insulti a Zaia

Foto con giocatore di colore, insulti a Zaia

Il presidente del Veneto, Luca Zaia, posta una foto nella quale è accanto ad Isaac Donkor, giocatore di colore dell'Inter in prestito al Cesena, e sulla rete si scatena l'indignazione. Gli scrivono cose tipo: "Sembra un profugo", "Campo di cotone", "Minkia sembra sbarcato da un gommone", "Compraghe na maieta", "La prossima la vogliamo con Carlo Conti!". "Lo rifarei mille volte". Quelli che gliene hanno scritte di tutti i colori perché lui si è fatto una foto cpn un calciatore. Fra i commenti, infatti, si possono leggere frasi questo tenore: "arriverà il giorno che pur di governare andrete ad elemosinare anche i loro voti"; "che schifo, anche lei si fa le foto con i balumba, non la voto più"; mentre altri sono passati direttamente alle ingiurie. "Se l'avesse avuta - ipotizza - non avrebbero aperto bocca". Chiara la risposta di Zaia: "Il Veneto che amministro ha 517.000 immigrati regolari, gente perbene. Gli utenti si dividono in tre categorie: la prima è quella dei distratti che commentano a prescindere, vedendo un uomo di colore; la seconda è di quelli che fanno la morale al leghista puntando sulla dietrologia; la terza, più disgustosa, è quella dei razzisti". Luca Zaia parla di gente che se l'è presa per attaccare i leghisti o perché, magari, i leoni da tastiera sono razzisti. La famiglia di Donkor vive da tempo nel trevigiano ed è impiegata in un mobilificio e in un allevamento. Il governatore arriva a paragonarli alle "api impollinatrici: oggi è toccato a Isaac, ieri a Bebe Vio e prima ancora al dj Fabo".

"Se voterei Zaia? Certamente è una brava persona, nei miei confronti è stato eccezionale", così Donkor a chi gli chiedeva le sue impressioni sul governatore del Veneto.