Finale Nba, Golden State va sul 2-0

Sfida equilibrata per due quarti, fino a quando non si scatenano Durant e Curry, autori rispettivamente di 33 e 32 punti, con Steph che raggiunge la tripla doppia.

Nella notte di domenica 4 giugno 2017 si è disputata gara 2 delle finali NBA tra i Golden State Warriors e i Cleveland Cavaliers. Inutili i 29 punti, 14 assist e 11 rimbalzi di LeBron James.

In gara 3, Golden State parte ancora favorita a 1.68, mentre una vittoria dei Cleveland Cavaliers, che porterebbe la serie sul 2-1 a favore dei Warriors, è data a 2.33. Eppure, a partire meglio, sono proprio i campioni della Eastern Conference, che si portano sul +6 in pochi minuti. Se a Cleveland questi giocatori non funzionano, è difficile che James e Irving possano vincere da soli; possono farlo per una o magari anche due partite (si è visto l'anno scorso), ma poi ci sarà bisogno del contributo di tutti perchè questa Golden State al momento sembra una macchina perfetta che non ha intenzione di fermarsi. Anche l'ultimo parziale è favorevole ai padroni di casa, che chiudono sul 132-113 una gara pazzesca. Con questa vittoria, Golden State prende il largo nella serie, ora ferma sul 2-0.

I Golden State Warriors battono 132-113 i Cleveland Cavaliers ed entrano nella storia: il 2-0 nella serie delle Finali significa che per la prima volta nella storia una squadra NBA ha vinto le prime 14 partite dei playoff. Ora, però, c'è in programma il doppio confronto alla Quicken Loans Arena di Cleveland, dove i Cavs sperano di accorciare le distanze e raggiungere il 2-2 entro Gara 4.