Filloy, vittoria in volata. Venezia riprende Avellino 2-2

Filloy, vittoria in volata. Venezia riprende Avellino 2-2

E' Ariel Filloy, con un canestro nelle battute finali, a decidere una gara a lungo sul filo dell'equilibrio, che l'Umana ha meritato di portare a casa grazie a una difesa aggressiva che taglia i rifornimenti per Ragland e Fesenko e alle triple, nei momenti di maggiore difficoltà, di Bramos e McGee.

Gara-4 tra Avellino e Venezia sarà diretta dagli arbitri Enrico Sabetta, Maurizio Biggi ed Alessandro Vicino. Non bastano ad Avellino i 17 di Ragland, i 14 di Logan e Leunen, i 12 di Fesenko.

Primo quarto E' di Peric il primo canestro della partita.

96-83 il risultato finale per una Scandone trascinata da un monumentale Joe Ragland: il playmaker biancoverde, che sta vivendo un periodo delicato per la recente morte del fratello, ha sfoderato una prestazione superlativa mettendo a referto 33 punti, con 12/17 al tiro (4/7 nelle triple) ed anche 5 assist, per una valutazione complessiva di 43. Tuttavia la Reyer non va in panico e allunga con Filloy e McGee, Avellino risponde con Cusin e Ragland e il quarto si chiude sul 52 a 56.

Secondo quarto Avellino paga dazio a causa di un Randolph che fatica a carburare; dopo due minuti senza canestri, Venezia allunga con una tripla di Tonut e con Ejim (19-29), ma fallisce una serie di triple per incrementare il vantaggio. Avellino non sembra essere in fiducia in attacco, mentre Venezia alza il piede dall'acceleratore con la difesa irpina che riesce ad arginare le sfuriate della compagine orogranata: a punire dall'arco dei 6,75 metri è Stefano Tonut che regala il massimo vantaggio alla Reyer sul 17-25.

Terzo quarto Venezia non fallisce il primo assalto, trovando la tripla di Bramos. La serie di semifinale torna così in parità, ed i lagunari riconquistano il fattore campo che avevano perso in gara-1. Il time-out chiamato da Venezia risveglia gli ospiti che al rientro in campo segnano cinque punti consecutivi con Ejim e McGee da tre ma Avellino ritrova la strada con un altro break di 7-0.

Avellino corona la rimonta al 31′ (56-56) e sorpassa (59-58) con il gioco da tre punti di Thomas sul quarto fallo di Peric al 32′. Venezia reagisce con Peric (59-62), ma con 5:39 da giocare Venezia esaurisce il bonus falli.

Si va dall'altra parte per l'ultima azione reyerina con Filloy, dopo un Pick And roll violato con Ejim, nonostante il raddoppio che lo spingere dentro trova il canestro che poi risulterà quello vincente. Peric sbatte su Fesenko, che a 31 secondi dal termine pareggia, Filloy ha poi il coraggio di sfidare l'ucraino e in entrata realizza il canestro del nuovo sorpasso di Venezia. Batista schiaccia e Haynes arriva fino in fondo.