Filippine: Isis attacca un resort a Manila

Filippine: Isis attacca un resort a Manila

Cnn Filippine cita un testimone secondo cui ad aprire il fuoco sarebbe stato un uomo a volto coperto: al momento il resort è al momento in lockdown, nessuno può entrare dall'esterno e nessuno può uscire.

Manila. Si sono uditi spari ed esplosioni all'interno del World Manila Resort, nella capitale delle Filippine. È descritto come "il più grande resort integrato delle Filippine". E' il twet di Rita Katz, direttrice del Site, il sito web che monitora il jihadismo sul web. Alcuni di loro hanno riportato gravi ferite perché, nel panico si sono lanciati dal piano in questione.

Si sono sentiti chiaramente spari ed esplosioni e non è ancora chiaro se qualcuno si trova ancora all'interno del Resort. L'edificio è stato isolato e le forze speciali della polizia sono giunte sul posto quando era circa la 1.30 di notte, le 19.30 in Svizzera. Secondo l'emittente locale Radyo Inquirer, a fare irruzione sarebbero stati uomini pesantemente armati che indossavano cappucci neri.

La gente ha iniziato a scappare in tutte le direzioni urlando, a saltare dal secondo piano per sfuggire ai terroristi, ma altri sono stati colpiti da colpi d'arma da fuoco e non si sa se fra le "decine di feriti" descritti dalla Croce Rossa filippina, vi siano anche dei morti.

Le autorità locali hanno ridimensionato tuttavia l'accaduto, sostenendo che si sia trattato invece di un tentativo di rapina al casinò del complesso e che l'azione non ha provocato vittime, né la presa di ostaggi, ma la Farnesina ha avviato immediatamente le verifiche sull'eventuale presenza di italiani. Da maggio l'esercito è impegnato in una battaglia contro i gruppi islamisti legati allo Stato islamico nell'isola di Mindanao e il presidente Rodrigo Duterte ha dichiarato la legge marziale nell'area.