Fabio Fazio resta in Rai, promosso alla prima serata di Rai 1

Fabio Fazio resta in Rai, promosso alla prima serata di Rai 1

Ieri gli è stato rinnovato il contratto: quadriennale a 2 milioni e 800 mila euro l'anno. La proposta, presentata dal dg al Cda (come prevede lo statuto per contratti superiori ai 10 mln di euro) è stata approvata con larga maggioranza, con l'astensione del consigliere Giancarlo Mazzuca e l'assenza del consigliere Carlo Freccero, il quale ha lasciato la seduta prima del voto. Con distinguo che interessano solo gli assatanati (ci sono dentro diritti e format etc per cui in teoria la cifra diretta sarebbe uguale al passato).

Anzaldi, raddoppio compenso Fazio schiaffo a Parlamento - "Il rinnovo del contratto a Fazio per ben 4 anni, più della durata di questo e del prossimo Cda Rai, con un aumento di ben il 50% sul compenso, fino ad arrivare a quasi 12 milioni di euro totali, è un vero schiaffo agli italiani che fanno sacrifici e alla povertà, uno schiaffo che arriva da una piccolissima casta di intoccabili".

La legge vuole che in quanto dipendenti pubblici tutti lavoratori della Rai abbiano un tetto massimo di stipendi a 240.000 euro.

La struttura dei suoi programmi - spiega DavideMaggio.it - ricalcherà quella ormai rodata e di successo sperimentata con Che tempo che fa ed il suo spin off. Ovviamente non mancheranno le novità in vista del grande passaggio a Rai1. "Si tratta di una scelta di valore strategico e industriale". Il rapporto tra Fabio Fazio e la Rai continuerà almeno per altri 4 anni, con 32 prime serate e 32 seconde serate all'anno. Al momento Anzaldi forma una sorta di trio meraviglia con Maurizio Gasparri ("È una vergogna, ci vediamo in Vigilanza") e Matteo Salvini ("È una vergogna regalare undici milioni a Fazio e poi chiedere il canone a disoccupati e pensionati").

Parole che il neodirettore generale, Mario Orfeo, respinge con forza. Una decisione che sarebbe stata prese dopo le proteste dello stesso Fazio per la riduzione del suo stipendio. Il conduttore ligure inoltre viene promosso da Rai3 a Rai1, rete ammiraglia della TV nazionale, e conquista la prima serata domenicale e la seconda serata di lunedì.