F1 Red Bull, Ricciardo: "Vettel deve pensare prima di agire"

F1 Red Bull, Ricciardo:

Il fatto durante il giro dietro la safety car, quando Hamilton, primo, ha vostosamente frenato all'improvviso in un punto dove in genere si accelera, con Vettel, subito dietro, che non ha potuto evitare il tamponamento.

Tra coloro che hanno assistito alla scena c'è anche Daniel Ricciardo, ex compagno di Vettel ai tempi della Red Bull. L'australiano, vittorioso nel Gran Premio d'Azerbaijan che ha visto la scontro tra i due litiganti per il titolo mondiale, conosce bene il tedesco avendo diviso con lui il box nel 2014 e, proprio per questo, ha una sua visione su quanto accaduto. Lo rispetto per la grinta e per l'amore che ha nei confronti di questo sport, che lo porta spesso ad essere così aggressivo.

Vettel a volte dovrebbe pensare prima di agire - ha detto il pilota della Red Bull a BBC Sport - è guidato dalla passione e dall'istinto che a volte deve tenere sotto controllo. Lewis "aveva ogni diritto di tenere il passo, sia se stesse rallentando o meno".

La Fia ha dichiarato che dai dati delle telemetrie non è stata fatta nessuna irregolarità da parte del pilota della Mercedes, Hamilton, che infatti non ha ricevuto nessuna punizione; Lewis, ai microfoni della televisione ha dichiarato: "Sebastian mi ha voluto deliberatamente affiancare per poi colpirmi, una vera e propria vergogna". Oltre ai 10 secondi di penalità subiti nel corso della gara, Vettel rischia di essere punito anche con un altro provvedimento. Se dovesse subire un'ulteriore penalizzazione di 3 punti nel Gp d'Austria del 9 luglio, verrebbe automaticamente squalificato per la gara di Silverstone della settimana successiva.