F1: Raikkonen, se serve aiuterò Vettel

Nell'ultima gara per fortuna siamo riuscisti a concluderla e arrivare a punti. Non ho interesse a parlare qui di quanto trattiamo all'interno del team, ma quando per la matematica sarò out dalla lotta al titolo aiuterò il mio compagno. Io ho fatto solo alcune buone gare, mentre Seb è stato veloce ovunque.

Dopo la 'quasi vittoria' di Monaco Raikkonen sottolinea che Baku è un tracciato totalmente diverso da quello del Principato nonostante sia un cittadino a tutti gli effetti: "Non ci sono garanzie di competitività basandosi su Monaco, perché sono due tracciati completamente diversi - ha dichiarato il finlandese - la Ferrari, però, si è dimostrata competitiva su tutte le piste incontrate sino ad ora perciò mi aspetto di poter lottare per le posizioni di vertice".

Successivamente l'ex iridato ha ammesso di aver avuto anche un pizzico di sfortuna, ma la sua intenzione comunque è di non appigliarsi a questo: "La fortuna non è una cosa su cui puoi contare". Ho avuto anche un ritiro e l'ultima gara non è stata ideale. Nelle prime gare non sono partito bene, Seb invece è stato fantastico in tutte. Noi da parte nostra faremo di tutto per essere davanti" afferma Raikkonen che, sulla terza leggermente diversa di gomme portate da Pirelli per questa gara con le medie al posto delle piu' performanti Ultrasoft e su chi tra Ferrari e Mercedes potra' trarne vantaggio, risponde: "Siamo stati molto vicini in ogni gara quest'anno e come detto i circuiti sono molto diversi, non credo che ci saranno grosse sorpresa anche se le gomme saranno un pochino diverse. Un rendimento altalenante che mal si sposa con quello del compagno di squadra Sebastian Vettel che, con la stessa vettura, si trova in testa al mondiale ed è riuscito ad andare a podio in tutte le gare, eccezion fatta per quella di Montreal dove è stato chiamato ad una rimonta quasi impossibile finendo 4° dopo essere stato in fondo allo schieramento. Non sono molto interessato a tirare ad indovinare cosa puo' accadere. In casa Ferrari però per il momento non stanno pensando di provare a sfruttare le scie in qualifica, perché temono che possa rivelarsi addirittura controproducente. Cercheremo di fare in modo di stare entrambi davanti, questa è la cosa più importante.