F1, Hamilton come Senna ?: 65°pole di Lewis Hamilton che eguaglia Ayrton Senna

F1, Hamilton come Senna ?: 65°pole di Lewis Hamilton che eguaglia Ayrton Senna

Il Canada è davvero una terra speciale per Lewis Hamilton.

E non si è trattato di una pole qualunque, bensì della numero 65.

Lewis ha fornito una prestazione straordinaria, esprimendo al meglio tutto il suo talento, andando oltre le performance della Mercedes, fermando il cronometro sul tempo record di 1'11 " 459 e riscattando in questo modo la delusione vissuta due settimane fa a Monaco.

"Sono felice, non riesco a credere a quello che è successo".

Hamilton ha voluto prima di tutto ringraziare gli uomini del suo team per l'impegno profuso nel cercare di trovare una soluzione ai problemi che lo hanno afflitto in occasione dell'ultimo appuntamento del mondiale. "I ragazzi hanno fatto un lavoro fantastico in fabbrica e quando tornerò dirò grazie a tutti". Abbiamo costruito la pole giro dopo giro. Oggi il britannico è stato invece incisivo sin dal primo giro, migliorando ad ogni passaggio, spazzando così i dubbi su una Mercedes in difficoltà sul tracciato canadese. Hamilton, visibilmente commosso per il gesto, lo ha guardato come un bambino a cui viene donato il regalo a lungo atteso, prima di dichiarare: "Sono scosso e senza parole".

Al termine della sessione Lewis ha poi ricevuto un regalo che lo ha emozionato particolarmente. Qui oggi ha conquistato la pole numero 65 della carriera, un numero che per gli appassionati di questo sport è sempre stato accostato alle pole position dello specialista per definizione, Ayrton Senna.

"Ringrazio la famiglia di Senna - ha detto il pilota britannico - Ayrton è stato il mio pilota preferito, colui che ha ispirato le mie scelte".

Se da una parte si è potuta notare la commozione del pilota che non ha esitato ad aprire la bacheca di plastica che lo conteneva per toccare quella che potremmo considerare una specie di reliquia, molti fan del pilota brasiliano non sono molti convinti del paragone (ed anche chi vi scrive queste righe).