Elezioni UK, Sturgeon: per Theresa May è un risultato disastroso

Elezioni UK, Sturgeon: per Theresa May è un risultato disastroso

Ironia laburista - Nick Timothy e Fiona Hill "si prendono la colpa, ma l'unica responsabile della sconfitta è Theresa May". La speranza è quella di formare una coalizione di governo almeno per portare avanti i negoziati della Brexit. Il Financial Times focalizza l'attenzione sull'uscita della Gran Bretagna dall'Ue: 'May si aggrappa al potere mentre si apre un nuovo fronte nella battaglia sulla Brexit'.

"Mi assumo la mia responsabilità per la mia parte in questa campagna elettorale, che era quella di controllare il nostro programma politico", ha scritto in una nota Timothy, pubblicata sul sito del Partito conservatore.

Con i suoi 10 seggi, il DUP permetterà alla May di governare.

Per ottenere la maggioranza in parlamento servono 326 seggi. La sua posizione, quindi, invece di uscirne rafforzata, è più fragile che mai (nonostante abbia escluso di dimettersi). Per ora lui, appena riconfermato nel suo seggio di Uxbridge e Ruislip, non si sbilancia e non ha ancora commentato la perdita della maggioranza assoluta da parte dei tories.

Le ripetute tragedie degli attentati terroristici sembra poi siano state affrontate solo sotto il profilo dell'ordine pubblico, ovviamente di primissimo piano, ma privo della capacità di aprire un dibattito sul fatto che il terrorismo si rivela come l'ultima e più tragica conseguenza della mancata capacità da parte del mondo occidentale, dalla fine della seconda guerra mondiale ad oggi, di affrontare il problema - enorme e complicatissimo - della creazione di un nuovo ordine mondiale, nel quale soprattutto la fine del colonialismo fosse affrontata con la consapevolezza che non bastava creare nuovi stati dotati di piena sovranità, ma privi di tradizioni politiche e di partiti politici ben strutturati sui nuovi compiti che li attendevano.

Centinaia di persone si sono riunite davanti al parlamento britannico per protestare, in modo pacifico, contro il governo di Theresa May.

Nel caso i conservatori dovessero fallire entrambi i tentativi, Jeremy Corbyn potrebbe provare ad accordarsi con SNP, Lib Dems, il partito nazionalista dell'Irlanda del Nord e i Verdi per formare un proprio governo, ma rimane uno scenario improbabile.