Coppa America, New Zealand trionfa: 7-1 a Oracle

Coppa America, New Zealand trionfa: 7-1 a Oracle

La 36^ America's Cup sarà aperta a ulteriori sfidanti di qualunque yacht club straniero organizzato come tale, conformemente alle condizioni che saranno annunciate a tempo debito. I nezelandesi avevano vinto l'ultimo trofeo nel 2000.

Dalle Bermuda il presidente del Circolo della Vela Sicilia, Agostino Randazzo, ha informato il presidente della FIV, Francesco Ettorre: "Mi ha fatto estremamente piacere la comunicazione del presidente che conferma l'attenzione che gli italiani non hanno smesso di nutrire nei confronti dell'America's Cup". La nuova edizione della Coppa si terrà fra 3 o 4 anni, a seconda della scelta dei kiwi.

Neanche il tempo di festeggiare la vittoria della 35^ America's Cup che il Team New Zeland ha annunciato di aver accettato la sfida ricevuta dal consorzio italiano Luna Rossa.

Sulla vittoria da parte del Team New Zealand del trofeo sportivo più antico del mondo - l'America's Cup di vela fondata nel 1851 - c'è anche il contributo di Vodafone (nello specifico dei colleghi di Vodafone New Zealand). Stiamo parlando sempre di Doug Peterson che con questo One Tonner ha rivoluzionato per sempre la storia dello yachting moderno, disegnando uno scafo dal dislocamento leggero (5.400 kg contro un peso medio delle altre imbarcazioni intorno ai 7.000), estremità fini, forme piene distribuite su tutta lunghezza e non concentrato attorno alla sezione maestra e timone molto grosso non solo per manovrare meglio ma per migliorare l'idrodinamica. Una sfida in più per potersi riaffacciare alla grande vela e per dare nuovo lustro a quella Luna Rossa che tanto si è fatta amare in questi anni a livello internazionale.