Comunicato Fiorentina, società in vendita

Comunicato Fiorentina, società in vendita

La Viola in questi anni non è stata mai competitiva fino in fondo e la gestione non ha alzato nessun trofeo, solo qualche periodo positivo che non ha mai trovato continuità come nel caso dell'ultima gestione firmata Paolo Sousa, partito alla grande due stagioni fa facendo sognare lo scudetto, e finito appena dopo un anno a gestire una squadra senza ambizione e già consapevole di perderlo come allenatore. La famiglia Della Valle, con un comunicato, ha ufficializzato di essere disponibile a farsi da parte, vista l'insoddisfazione della tifoseria.

Fiorentina in vendita - "Se, come si auspica e si spera, ci sarà un progetto fatto da "fiorentini veri", questi troveranno massima apertura e disponibilità da parte della Proprietà, come ennesimo attestato di rispetto nei confronti della Fiorentina e della città di Firenze. - conclude il club toscano - La Società sarà nel frattempo gestita con attenzione e competenza dai suoi manager, i quali hanno tutta la stima necessaria della Proprietà e che, come sempre, lavoreranno con il massimo impegno possibile". Adesso i Della Valle sembrano intenzionati a uscire di scena definitivamente, a meno che la frattura con la piazza non venga ricomposta. E' bene però ricordare che la squadra viola non sarà venduta senza un piano serio in modo da non mettere in pericolo il futuro della società.

I PRECEDENTI DISSAPORI. Non è la prima volta che la proprietà della Fiorentina viene contestata dalla tifoseria. Il talento viola sarebbe ad un passo dalla Juventus. In un clima di rivoluzione tattica, con le cessioni di Bernardeschi, Kalinic e Borja Valero che potrebbero concretizzarsi, i tifosi viola avevano manifestato con alcuni striscioni e l'abbandono costante allo stadio Franchi la loro delusione.