Comunali, oggi 9 milioni di italiani alle urne

Comunali, oggi 9 milioni di italiani alle urne

Sarà la prima volta in cui gli elettori voteranno con la nuova legge elettorale, che prevede l'introduzione di diverse novità rispetto alle precedenti elezioni amministrative.

Nei comuni con popolazione sino a 15.000 abitanti si procede al turno di ballottaggio per l'elezione del sindaco solo in caso di parità di voti fra i due candidati alla carica di sindaco che hanno ottenuto il maggior numero di voti.

Gli elettori che hanno gravi difficoltà fisiche nell'esprimere il voto possono chiedere di essere accompagnati all'interno della cabina da un altro elettore.

I cittadini emigrati in un Comune della Provincia di BOLZANO da non più di quattro anni, che devono presentare apposito attestato. Il voto riguarderà 1.005 Comuni in totale. Il sindaco eletto avrà un premio di maggioranza pari al 60 per cento dei seggi disponibili. La scheda reca i nomi e i cognomi dei candidati alla carica di sindaco, scritti entro un apposito rettangolo, sotto il quale sono riportati i contrassegni della lista o delle liste con cui il candidato è collegato.

Per quanto riguarda le modalità di voto, esse cambiano in base al numero di abitanti del Comune di riferimento. È possibile il voto disgiunto, cioè la possibilità di votare per un candidato a sindaco e per un consigliere (o una lista) non collegati tra loro. Gli elettori a Palermo sono 558.121, di cui 262.869 maschi e 295.252 femmine.

In tal caso il voto va al Sindaco, alla lista votata ed al candidato o ai 2 candidati di sesso diverso eventualmente scelti. Il sesso del primo candidato consigliere deve però essere diverso da quello del secondo candidato.

L'eventuale turno di ballottaggio è previsto per il 25 giugno Alle urne 25 capoluoghi di provincia.

Seggi aperti per i 9.172.026 elettori chiamati al voto in 1.004 Comuni per l'elezione diretta dei sindaci e dei consigli comunali e per l'elezione dei consigli circoscrizionali nelle regioni a statuto ordinario.

Per recarsi alle urne occorre un documento d'identità in corso di validità e la scheda elettorale. In caso si fosse sprovvisti di certificato è necessario rivolgersi all'ufficio elettorale del proprio comune.