Comunali, flop M5s in Italia bipolare. Nodo alleanze per tutti

Comunali, flop M5s in Italia bipolare. Nodo alleanze per tutti

L'unico a parlare in tv è Danilo Toninelli e il responsabile riforme del M5S prova a vedere i dati elettorali da un'ottica diversa: "I nostri candidati non hanno dietro apparati che si nascondono dietro accozzaglie con i simboli di partito che spariscono dalle liste", spiega l'esponente Cinque Stelle che rilancia: "vedrete che domani saremo la prima o seconda forza politica nazionale, al di là dello schermo delle finte liste".

Roma, 12 giu. (askanews) - Il Movimento 5 stelle registra una battuta d'arresto nelle elezioni comunali, e il blog di Beppe Grillo, voce ufficiale del Movimento, per ora evita commenti a caldo.

"Risultati - sottolinea il leader M5S - che sono indice di una crescita lenta, ma inesorabile".

Nella tradizionale roccaforte rossa, dove si è registrato il record negativo di affluenza con appena il 48,39% degli elettori alle urne, il 7% in meno delle ultime amministrative, Marco Bucci, sostenuto da un'ampia coalizione di centrodestra che comprende Forza Italia, Lega Nord, Fratelli d'Italia, Liguria Popolare e Direzione Italia, ha conquistato il 38,7% dei voti, superando a sorpresa di oltre 5 punti percentuali Gianni Crivello, candidato del centrosinistra, che ha ottenuto il 33,4% delle preferenze. Senza le liste civiche Renzi "avrebbe faticato a mettere anche solo qualche consigliere comunale!" Gli altri partiti si sono camuffati, soprattutto il Pd che si è presentato in circa metà dei comuni rispetto al MoVimento. Ma 'brucia' anche la perdita di Mira (provincia di Venezia) uno dei primi comuni conquistati dai 5 Stelle: qui non si candidava il sindaco uscente, Alvise Maniero, ma la candidata pentastellata Elisa Benato non ce l'ha fatta. Illudetevi che sia così per dormire sonni più tranquilli.

Adesso il primo obbiettivo è dare il massimo supporto ai nostri candidati al ballottaggio tra due settimane. A luglio avremo il candidato presidente della regione siciliana, a settembre avremo il candidato premier.

"Il 5 novembre - prosegue il leader M5S - ci saranno le regionali siciliane e ci mobiliteremo per far sì che quella splendida isola diventi la prima regione a 5 Stelle".

"L'importante è non mollare mai", rimarca Grillo, che conclude il post con una citazione di Nikola Tesla: "I nostri successi e i nostri fallimenti sono tra loro inscindibili, proprio come la materia e l'energia".