Clima, Juncker: Ue e Cina sono allineati

Clima, Juncker: Ue e Cina sono allineati

Gli esperti, per voce di Carlo Carraro, vicepresidente dell'Ipcc, il panel dell'Onu incaricato di raccogliere gli esiti scientifici sul riscaldamento globale, afferma che la ritirata degli Usa dall'accordo sul clima di Parigi non porterà grosse conseguenze nel breve periodo: "Nel medio termine - si dice convinto Carraro - cambierà poco, l'obiettivo per il 2030 è comunque in dirittura d'arrivo". "Vorrei prima di tutto dire che mi rallegro per il fatto che la Cina tiene fede ai suoi impegni sugli accordi sul clima". "Se ci riusciremo benissimo, altrimenti pazienza". Quello che muove il presidente statunitense sono i gruppi petrolieri che lo hanno appoggiato nella campagna elettorale e che hanno influenza su di lui. Inoltre, la comune linea di vedute con la Cina "è un messaggio al mondo: non si torna indietro dalla transizione energetica, non si torna indietro dall'accordo di Parigi".

Intanto le reazioni non sono mancate, dal Vaticano reduce dall'incontro della scorsa settimana che ha definito "terribile" la decisione del presidente americano a Vladimir Putin, che ammette che "l'uscita si poteva evitare". E ha aggiunto: "Cina e Unione europea sono d'accordo sulla necessità di soluzioni internazionali". Crediamo fermamente che l'accordo di Parigi non possa essere rinegoziato, in quanto strumento vitale per il nostro pianeta, le società e le economie. Interessante secondo monsignor Sorondo è la posizione europea che è rimasta ferma nella difesa dell'accordo di Parigi: "L'Europa deve riempire un vuoto che lascia l'America e fare la guida in questa situazione".

Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Potrebbe quindi accadere che si stacchi un lastrone di ghiaccio di 5mila chilometri quadrati, ed anche questo è l'ennesimo segno dei cambiamenti climatici in corso. Parole che risultano ancor più significative alla luce del raffreddamento dei rapporti tra l'Unione Europea e gli Stati Uniti.

Il mondo promette di andare avanti nella lotta contro il cambiamento climatico. "Non esiste alternativa rispetto a questo meccanismo di entrata in vigore". Ma c'è bisogno che venga sottoscritto dai Paesi chiave in vista dell'attuazione degli impegni.