Castellabate ottiene le 5 vele Legambiente

Castellabate ottiene le 5 vele Legambiente

Una scelta dettata dal fatto che chi va in vacanza non si ferma al confine amministrativo, ma visita spesso un territorio più ampio optando per modalità di turismo itinerante.

Nella classifica della nuova Guida Blu 'Il mare più bello 2017' di Legambiente e Touring Club Italiano, da poco presentata a Roma, sono state svelate quali sono le eccellenze da scoprire in 100 zone costiere di tutto il paese e tra queste ne sono state premiate 21 come le migliori in assoluto. Nel 2017 sono 21 comprensori turistici che hanno ottenuto il riconoscimento delle cinque vele: 15 quelli marini e 6 quelli lacustri.

Sardegna in vetta, ma anche Sicilia, Toscana, Puglia e Campania.

La Sardegna è risultata quest'anno la regione più premiata con ben 5 comprensori a 5 vele: dalle terre della Baronia di Posada, poco sotto Olbia, all'area più a nord che comprende la Gallura e il Parco Nazionale dell'Arcipelago della Maddalena; e poi più a sud dal comprensorio di Baunei e lungo il litorale di Chia per arrivare alla costa occidentale, lungo il litorale della Planargia, che comprende il comune di Bosa. I comprensori infatti sono stati ordinati a seconda di un punteggio (da 1 a 5 vele appunto) assegnato in base a dati sulla qualità ambientale e dei servizi ricettivi raccolti da Legambiente e Goletta Verde.

Poi ci sono le località regine del turismo lacustre. Tra le voci prese in considerazione ci sono la qualità delle acque, la sostenibilità delle attività turistiche gudicata per esempio in base all'utilizzo di energie rinnovabili, la raccolta differenziata e il rispetto del consumo di suolo, la presenza di spiagge libere, ma anche la valorizzazione di tradizioni storiche e enogastronomiche. "Anche in questa edizione la Puglia sale sul podio, dopo la Sardegna e la Sicilia, per numero di vele che sventolano nelle località costiere, quest'anno salgono a 40 grazie alla new entry di Bisceglie, per la prima volta raggruppate in comprensori turistici - ha commentato Francesco Tarantini, presidente di Legambiente Puglia - È una sfida che Legambiente lancia non per mettere in competizione i Comuni fra loro ma per creare sinergia tra quelle esperienze territoriali di successo basate su offerta turistica e scelte innovative in tema di tutela, conservazione e gestione del territorio, con le strategie d'area".

"Il Mare più bello" descrive 43 comprensori selezionati su un totale di 90 zone balneari e propone le eccellenze del mare italiano in ogni regione, da nord a sud, inserendosi "in un mercato turistico, quello balneare, che era considerato saturo e che, invece, risulta in costante aumento", sottolinea Franco Iseppi, presidente del Touring Club Italiano.