Carige sfiducia l'Ad Guido Bastianini

Avvio di settimana in rosso per Banca Carige a Piazza Affari, con il titolo che cede quasi il 3% in scia alla decisione del consiglio di amministrazione di sfiduciare l'amministratore delegato Guido Bastianini. La banca in una nota scrive che la revoca delle deleghe a Bastianini è arrivata "a maggioranza" ma non specifica l'articolazione del voto.

Martedì il consiglio di amministrazione, già convocato in precedenza con all'ordine del giorno l'aumento di capitale e la costituzione della società veicolo per i crediti deteriorati, dovrebbe nominare quel dirigente direttore generale per poter procedere con le operazioni da mettere in campo per rafforzare la banca. La seduta, iniziata questa mattina intorno alle 11, aveva come unico punto all'ordine del giorno la discussione sulla lettera di sfiducia nei confronti dell'amministratore delegato presentata all'ultimo consiglio dal vicepresidente e primo azionista Vittorio Malacalza. In particolare le mancate comunicazioni dell'ad al Cda su richieste della vigilanza per un aumento di capitale fino a 600 milioni, secondo quanto denunciato da Malacalza.