Camorra, arrestati due esponenti del clan Fabbrocino: picchiarono un imprenditore irpino

Camorra, arrestati due esponenti del clan Fabbrocino: picchiarono un imprenditore irpino

L'apice si è raggiunto in un'area di servizio a due passi da Baiano dove la coppia di aguzzini si è accanita sull'uomo a calci e pugni.

Si tratta di Felice Pannone, originario di San Paolo Belsito, piccolo comune del nolano, e di Michele Bonaiuto, di Ottaviano.

Questa mattina i Carabinieri del Nucleo Investigativo del Comando Provinciale di Avellino hanno dato esecuzione ad un'ordinanza applicativa della misura cautelare in carcere ed agli arresti domiciliari emessa dal GIP del Tribunale di Napoli su richiesta della Direzione Distrettuale Antimafia nei confronti di due soggetti residenti nel baianese. Gli occhi delle telecamere a circuito chiuso presenti nella zona ripresero la scena consentendo ai carabinieri di individuare gli aggressori. Ritenuti affiliati al clan Fabbrocino, avevano tentato di estorcere 15mila euro. I reati contestati sono tentativo di estorsione e lesioni personali, aggravati dall'aver commesso i fatti avvalendosi della forza intimidatrice derivante dall'appartenenza alla famiglia Fabbrocino.