Blue Whale, i carabinieri salvano 17enne dal suicidio

Blue Whale, i carabinieri salvano 17enne dal suicidio

Il 17enne, che non ha saputo dare spiegazioni, presentava anche evidenti segni di autolesionismo: tagli sulle braccia e sulle mani. Gli investigatori ritengono che si tratti di un caso sospetto di Blue Whale, la sfida social che spingerebbe i ragazzi ad affrontare cinquanta prove estreme in cinquanta giorni, fino al suicidio. Un 17enne di Molfetta è stato salvato dai carabinieri mentre era fermo sui binari e aspettava l'arrivo del treno.

Se non fosse stato per l'intervento dei carabinieri, allertati da una chiamata anonima alle 6 del mattino, sarebbe potuta essere una tragedia.

Una volta giunti sul posto, i militari dell'Arma hanno tentato di fare desistere il 17enne dai suoi intenti finché sono riusciti ad avvicinarsi a lui prendendolo per un braccio e allontanandolo dai binari. Prima di essere riaccompagnato a casa è stato portato in Policlinico e gli sono stati tolti tutti gli apparecchi elettronici, così da verificare la presenza di eventuali collegamenti alla terribile pratica.

Il giovane aveva intenzione di togliersi la vita. Sono in corso le indagini dei carabinieri, sotto la direzione della Procura per i Minorenni di Bari e di quella Ordinaria di Trani, per istigazione al suicidio aggravata, visto che ha coinvolto un minorenne.