Beppe Grillo: "M5s non voterà legge su ius soli al Senato"

Beppe Grillo:

Quando circa un centinaio di militanti - guidati dal vicepresidente Simone Di Stefano - sono arrivati intonando slogan e sventolando bandiere di fronte Palazzo Madama, alcuni momenti di tensione con le forze dell'ordine schierate, che sono entrate in contatto con i manifestanti utilizzando manganelli e idranti.

"Tenuto nel cassetto per due anni da una maggioranza contro natura, che temeva scossoni al suo interno, oggi viene tirato fuori per dare un minimo contentino alla sinistra che Renzi torna a blandire, mentre coltiva l'eterno inciucio con il Pdl". Due sono stati feriti. In quelle fasi è stato usato anche l'idrante. Il gruppo si è allora spostato in un'altra piazza con l'intimazione di "desistere da comportamenti violenti, e l'avvertimento che al reiterarsi di simili episodi la manifestazione sarà sciolta" fa sapere la Questura.

Tutte le persone che hanno tentato di forzare lo sbarramento delle forze dell'ordine sono state riprese dalla polizia scientifica, rende noto la Questura. Anche se al Senato l'astensione equivale a un voto negativo.

"In questo quadro desolante il Pd pretende di portare in aula al Senato un disegno di legge contrabbandato per 'Ius Soli', cioè il riconoscimento del 'diritto di cittadinanza in base al luogo di nascita'", si legge. Grillo ha annunciato ieri l'astensione del M5s.

Sullo ius soli però è polemica, con le destre decise a fare ostruzionismo contro la riforma e picchetti davanti a palazzo Madama.