Armi e droga, smantellato traffico Germania-Sicilia: 20 arresti

Armi e droga, smantellato traffico Germania-Sicilia: 20 arresti

Venti persone sono state fermate perché sospettate di far parte di un'associazione a delinquere transnazionale dedita al traffico di sostanze stupefacenti e all'introduzione nello Stato di armi clandestine.

L'inchiesta ha preso il via nel giugno dell'anno scorso dopo il sequestro, al porto di Palermo, di una pistola "Smith & Wesson 357 Magnum" trovata in possesso di tale Massimiliano Bellavia di 46 anni che fu fermato appena sceso dal traghetto proveniente da Genova. I particolari dell'inchiesta saranno resi noti durante una conferenza stampa che si terrà alle 11 nella sede della Guardia di Finanza di Palermo. La Kriminalpolizeidirektion di Rottweil, ha ricostruito episodi di compravendita di partite di droga, di cui erano responsabili cittadini italiani dimoranti in Germania. Pare che l'uomo avesse interessi economici nel settore della ristorazione nella città di Villingen (Germania), dove da tempo viveva, e che non fosse l'unico con precedenti penali all'interno dell'organizzazione, per lo più composta da pregiudicati per gravi reati.

Un'organizzazione criminale con a capo un insospettabile ristoratore palermitano, da anni residente in Germania, Placido Anello, che operava con metodi mafiosi, intimidendo le vittime e imponendo ai commercianti l'installazione di slot machine, e trafficava in droga e armi.

Per questi motivi, i finanzieri del GICO di Palermo hanno eseguito il sequestro preventivo d'urgenza "per sproporzione" dei beni immobili e delle disponibilità finanziarie possedute da Placido ANELLO in Italia, rappresentate da circa 40.000 euro in contanti, conti correnti, 9 terreni, 6 villini di cui 1 di assoluto pregio, 2 magazzini, 10 abitazioni in appartamento, realizzati abusivamente e poi sanati.

Le indagini sono state portate avanti dalla Guardia di finanza di Palermo e dalla polizia criminale della città tedesca di Costanza.