Ariana Grande vuole pagare i funerali delle vittime dell'attentato a Manchester

Ariana Grande vuole pagare i funerali delle vittime dell'attentato a Manchester

Alla fine del concerto, due esplosioni avevano causato il caos generale: solo in seguito si saprà che tutto era stata opera di un kamikaze che si era fatto esplodere proprio all'interno dello stadio, causando la morte di 22 persone. Già nelle primissime ore, la cantante si era detta: "Distrutta", "Così dispiaciuta" e "Senza parole" per la bomba che aveva ucciso ventidue fan e ne aveva feriti cinquantanove.

Il ministro degli Esteri polacco, Witold Waszczykowski, ha confermato il duplice decesso: "I genitori erano andati alla Manchester Arena per prendere le loro figlie e purtroppo abbiamo informazioni sufficienti per dire che sono morti".

Manchester, Inghilterra: alle 22.40 ora locale (23.40 italiane) di lunedì 22 maggio, una terribile esplosione nel foyer della Manchester Arena ha scatenato il panico. Abitava nella periferia sud, la stessa dove hanno arrestato un sospettato terrorista che poi è risultato essere suo fratello. Perchè Ariana Grande era per ognuno di loro qualcuno da seguire ed osannare, qualcuno per cui valeva la pensa di alzare le braccia al cielo e gridare a squarciagola. La notizia sembra piuttosto attendibile vista la fonte, ma non è stata confermata da Ariana e dal suo team.

Durante la serata del 22 maggio avveniva infatti all'Arena di Manchester una delle tappe europee del Dangerous Woman Tour di Ariana Grande: la data era completamente sold out e l'Arena era interamente pervasa da teenanager, molti dei quali non ancora maggiorenni. Sotto quello stesso post sul social network si sono moltiplicati i messaggi di cordoglio: "Il mio cuore va a te, non posso neanche immaginare come ti senti in questo momento, rimani forte quanto puoi" scrive Rachel.

"Abbiamo in cura 64 persone, di questi circa 20 stanno ricevendo trattamenti critici", ha riferito il capo dell'ufficio per la salute di Manchester. Una strage che poteva essere evitata.

Ariana Grande rientra in Florida dopo l'attentato di Manchester e annulla il tour europeo.

Anche se i media mainstream attribuiscono ormai per certo l'attentato di Manchester all'ISIS, è proprio questa rivendicazione che dovrebbe far sorgere non pochi dubbi, oltre al fatto che alcuni testimoni presenti al concerto avrebbero sostenuto che stavolta non ci sarebbero stati i normali controlli all'ingresso (come mandato in onda anche da Tg nazionali).