Anche a Salerno la Giornata mondiale del Rifugiato

Anche a Salerno la Giornata mondiale del Rifugiato

La Giornata Mondiale del Rifugiato, stabilita dall'Assemblea Generale delle Nazioni Unite, ha l'obiettivo di sensibilizzare l'opinione pubblica sulla condizione di questa particolare categoria di migranti: i rifugiati e i richiedenti asilo che sono costretti a fuggire da guerre e violenze, lasciando i propri affetti, la propria casa e tutto ciò che un tempo era parte della loro vita. Storie di sofferenze, di umiliazioni, ma anche di chi è riuscito a ricostruire il proprio futuro, portando il proprio contributo alla società che lo ha accolto. Biglietti in prevendita a Palazzo Greco, dal lunedì al sabato, dalle 10 alle 13, al botteghino del Teatro Greco, tutti i giorni dalle 10 alle 19, on line sul sito fondazioneinda.org o vivaticket.it. Previste anche agevolazioni per i residenti che possono acquistare il biglietto a 10 euro. Quest'anno vogliamo che la gente incontri e conosca i loro nuovi vicini di casa, ne scopra i talenti e la generosità. Da parte loro, i Salesiani con la Federazione Scs - Salesiani per il sociale, hanno attivato dodici servizi per 207 minori non accompagnati, sei i servizi attivati per l'accoglienza dei profughi e dei rifugiati che hanno raggiunto 262 persone. La dottoressa Marina Galati della Comunità Progetto Sud presenterà gli interventi e farà un'introduzione sulla Giornata Mondiale del Rifugiato a seguire Don Giacomo Panizza, Presidente della Comunità che parlerà de: "L'accoglienza del rifugiato politico nella Comunità Progetto Sud", poi la dottoressa Valeria Richichi della Prefettura di Catanzaro discuterà di "Il sistema di accoglienza straordinaria in Italia". Il 18/06 ore 17.00 presso lo Stadio Tre Fontane a Roma. L'appuntamento a Sassari è per il 20 Giugno 2017, in Piazza Santa Caterina, dalle ore 19:30, con una intera serata di attività, musica e mostre: "Un mondo a Colori". Per questo motivo chiediamo alle persone di mostrare solidarietà ai rifugiati incontrandoli durante una giornata di "porte aperte" dei centri di accoglienza.

I bambini costituiscono la metà dei rifugiati del mondo. "Come Federazione di chiese che opera a Lampedusa dal 2014 - conclude Naso - siamo già impegnati nell'organizzazione di una conferenza internazionale che si svolgerà intorno al 3 ottobre, anniversario della morte di 368 migranti a poche miglia dalle coste dell'isola". Partecipano Unhcr, ministero degli Interni, ministero degli Esteri.