Amministrative, seggi chiusi alle 23 poi lo spoglio

Si vota anche in 11 nuovi comuni nati a seguito di processi di fusione. I seggi sono stati aperti stamattina alle 7.00 in ben 1021 comuni italiani, chiamati a eleggere il rispettivo sindaco. Lo ha fatto sapere il Viminale.

Si vota per eleggere il Sindaco e i componenti del Consiglio comunale di Genova.

Il turno di ballottaggio, che si terrà la seconda domenica successiva a quella del primo turno e al quale partecipano i due candidati a sindaco più votati, riguarda i comuni con popolazione superiore ai 15mila abitanti, nel caso nessuno abbia raggiunto la maggioranza assoluta dei voti; oppure, ancora per i Comuni con più di 15mila abitanti, se i due candidati abbiano avuto un numero pari di voti. Il nome di ogni candidato alla carica di Sindaco sarà affiancato sulla scheda dalla lista elettorale che lo appoggia, composta dai candidati alla carica di Consigliere. Si vota per il consiglio facendo un segno su uno dei simboli delle liste collegate ai candidati sindaco.

3 - Tracciando un segno sia sul candidato Sindaco che sul simbolo di una lista che non sostiene il Sindaco (o nei riquadri di rispettivo riferimento) ed eventualmente esprimendo le preferenze per candidati al Consiglio Comunale, devono sempre essere un uomo e una donna. Il voto al candidato sindaco si trasmette automaticamente alla lista collegata. È possibile votare per una lista diversa da quelle collegate al candidato sindaco prescelto (il cosiddetto voto disgiunto). In tutti i comuni sopra i cinquemila abitanti sarà possibile dare due preferenze, purché a candidati di genere diverso, mentre nei comuni inferiori a cinquemila abitanti si può esprimere una sola preferenza. Il voto va: al Sindaco collegato alla lista, alla lista cui appartengono i candidati scelti e naturalmente ai candidati. Sulla scheda il nome del candidato Sindaco è già stampato, quindi per votarlo si dovrà solo tracciare una X sul suo nome. Si vota facendo un segno sul simbolo del candidato.