Allegri: "Juventus, stavolta devi vincere"

Allegri:

L'offerta ricettiva della capitale del Galles è limitata (la città ha 350mila abitanti) e questo ha fatto salire alle stelle le tariffe degli hotel, tanto che a inizio maggio su Booking.com erano rimaste solo camere da 4/5mila euro. "Credo che sarà una finale molto equilibrata, sarà una partita difficile, una partita come questa la si vince con il cuore e con la mente". "Per questo ho presentato una segnalazione in Prefettura".

In conclusione possiamo dire che Sergio Ramos ha numeri maggiori per quanto riguarda la fase difensiva mentre, per quanto riguarda la fase di possesso, i numeri con il suo collega bianconero si equivalgono. "Non capisco perché a loro sia concesso di proiettare un evento sportivo che sicuramente richiamerà molti erbesi e non solo". Di fronte si troveranno i campioni in carica del Real Madrid, smaniosi di bissare il successo ottenuto lo scorso anno. Vedremo se Cardiff darà ancora un dispiacere al transalpino o alla Vecchia Signora.

Massimiliano Allegri, anche contando i precedenti con il Milan, vanta, nelle sfide con il Real, 1 vittoria, 2 pareggi e 1 sconfitta. Il gruppo partirà domani mattina e per la finale di Champions sarà convocata tutta la rosa e tutto lo staff. La squadra lascerà l'aeroporto di Torino Caselle al mattino per atterrare, dopo circa due ore di volo, a Cardiff.

IL CAMBIO MODULO - E' una Juve che continua a vincere e ad ambire a nuovi successi, Allegri spiega che tipo di lavoro hanno dovuto fare lui e i suoi ragazzi per tenere sempre alta la tensione. "Dovevamo alzare l'asticella dopo aver vinto il quinto scudetto consecutivo, dopo aver raggiunto una finale di Champions League, vinto due Coppe Italia e la Supercoppa". Per le Merengues si tratta della 15esima finale (11 le vittorie) del massimo torneo continentale, la sesta da quando si chiama Champions League. Ma adesso ho una grande responsabilità, quella di vincere il più possibile con la Juventus.

Varane dovrà vedersela con due attaccanti del calibro di Higuain e Dybala: "Higuain è stato un mio compagno di squadra, lo conosco bene, può segnare in qualunque momento. Se ti cala l'attenzione, qualcosa lasci per strada". "Questa annata ha un sapore speciale - sottolinea il Pipita -".

Il cammino delle due squadre in campionato e in Coppa è abbastanza diverso: proviamo ad analizzarlo. A parte i 2 gol nelle partite a eliminazione diretta, segnati contro Cska e Galatasaray, da quelle parti Higuain - portato dalla coppia Baldini & Capello - è ricordato con assoluto rispetto, anche se il clamoroso palo a porta vuota che costò l'eliminazione del Real di Pellegrini contro il Lione nel 2010 (con un giovane Pjanic in campo) è rimasto nella memoria collettiva. "La Juve ha perso sei finali?".