Al via con la prova d'italiano gli Esami di Maturità

Al via con la prova d'italiano gli Esami di Maturità

Primo giorno di maturità per gli studenti palermitani, che in questa giornata affrontano il tema d'italiano, uguale per tutti gli indirizzi.

La Ministra ha quindi continuato: "Le tracce sono state scelte per consentire a studentesse e studenti di sfruttare il patrimonio di conoscenze acquisite nel loro percorso scolastico per riflettere sui cambiamenti in atto e su come governarli, sulle conseguenze delle azioni di ogni persona, sul senso di responsabilità che ciascuna e ciascuno deve avere all'interno della comunità in cui vive, sulle possibilità di crescita e di lavoro offerte dalla scienza e dal progresso".

Come Martina, anche i suoi compagni di classe sono rimasti perplessi di fronte all'autore dei versi proposti per l'analisi del testo.

Tema storico: "Il miracolo economico italiano", citazioni da Piero Bevilacqua da "Lezioni sull'Italia repubblicana" e da Paul Ginsborg da "Storia d'Italia dal dopoguerra a oggi". Era Luigi Pirandello il più quotato tra i ragazzi aquilani, molti dei quali hanno passato la fatidica notte prima degli esami cencando di carpire tutti i segreti della teoria pirandelliana della crisi dell'io. "Spero di aver fatto la cosa giusta". Per il saggio artistico-letterario, invece la Natura tra minaccia e idillio.

Tallone d'Achille degli studenti aquilani?

Per il saggio breve socio-economico, la robotica e nuove tecnologie nel mondo del lavoro, da uno dei testi di Enrico Marro, articolo da IlSole24Ore. A confermarlo l'instant poll di Skuola.net che, subito dopo la fine della prima prova, ha chiesto a circa mille maturandi le proprie impressioni a caldo. Mi preoccupa di più la terza prova.

Lo stesso tema è stato svolto anche da Giampiero Tinari, anche lui maturando allo Scientifico del capoluogo, che guarda già al futuro: "L'anno prossimo andrò sicuramente all'università, ma non all'Aquila, perché la facoltà che ho scelto non c'è". Sull'argomento i maturandi 2017 rispondono all'unisono invidiando i successori tra 12 mesi: "Beati loro, sono fortunati!".