Adescava minori sui social, arrestato dirigente sportivo di Cuneo

Adescava minori sui social, arrestato dirigente sportivo di Cuneo

La successiva analisi del materiale sequestrato ha consentito di ricostruire compiutamente l'attività criminale del giovane dirigente sportivo: lo stesso utilizzava ben 4 diverse identità femminili nella sua disponibilità e selezionava tra i minori i target da colpire per soddisfare, sempre e solo attraverso l'invio di materiali pedopornografici, le proprie perversioni sessuali. Come riporta ANSA, un 24enne residente nel Cuneese, direttore sportivo di una squadra di calcio giovanile, è accusato di avere adescato in oltre tre anni più di cento giovani, la maggior parte appartenenti al mondo del calcio giovanile.

Il modus operandi utilizzato dal giovane adescatore era molto semplice: con alcuni stratagemmi riusciva sistematicamente a fingersi donna sui social Facebook, Whatsapp, Kik e Telegram con i ragazzi per avere contatti "privilegiati" con gli stessi.

La Polizia Postale di Torino all'alba di oggi, martedì 27 giugno, ha eseguito un'ordinanza di custodia cautelare agli arresti domiciliari nei confronti del 24enne. In alcuni casi si era spinto persino a proporre degli incontri, degli appuntamenti ai quali, per ovvie ragioni, non si era mai presentato. Le vittime, oltre un centinaio, sono state tutte identificate e sentite nelle forze dell'audizione protetta.