Vaccini, pronto un decreto del ministro Lorenzin per l'obbligo a scuola

Vaccini, pronto un decreto del ministro Lorenzin per l'obbligo a scuola

"Ho pronto un testo di legge che prevede l'obbligatorieta' delle vaccinazioni per l'accesso alla scuola dell'obbligo, con un ampliamento delle vaccinazioni obbligatorie indicate dal nostro ministero".

Intanto fonti di Palazzo Chigi hanno tenuto a precisare che domani non è previsto all'esame del Consiglio dei ministri alcun testo di legge relativo ai vaccini. Lo ha annunciato il ministro della Salute, Beatrice Lorenzin, alla trasmissione "Night Tabloid" che andrà in onda questa sera su Rai 2.

Per l'associazione dei consumatori, "impedire l'accesso di bambini e ragazzi ad asili e scuole è assolutamente illegale, perché vìola un diritto costituzionale fondamentale come quello dell'istruzione, e qualsiasi norma che va in questa direzione è destinata a cadere" spiega il presidente, Carlo Rienzi. "Spero che ci sia un approfondimento con il ministero dell'Istruzione, per il quale ci può essere il timore che venga leso il diritto all'accesso alla scuola". Il titolare del dicastero della Salute ha poi sottolineato: "Ovviamente non potrà essere approvato domani, perché necessiterà di approfondimenti e di una discussione anche da parte del ministero dell'Istruzione, per valutare se i tempi sono veramente maturi per fare una legge che ci riporti in sicurezza". L'epidemia in atto di morbillo, che oggi ci porta più di 2220 casi, la dice lunga sulle complicanze che ci possono essere, ma pensiamo alle varie malattie che possono arrivare, anche più gravi. Colpa dei genitori "no vax" che hanno subissato di email i consiglieri regionali, proprio nel giorno in cui inizia in Commissione l'iter di approvazione della legge che rende obbligatorie le vaccinazioni per potersi iscrivere all'asilo.

A chi le chiedeva se le vaccinazioni saranno obbligatorie già da settembre, il ministro ha infine risposto: "Ovviamente questa è una valutazione che dobbiamo fare con il Miur". È questo uno dei motivi che ha convinto il ministro Beatrice Lorenzin a proporre l'obbligatorietà della vaccinazione per l'iscrizione alle scuole dell'obbligo.

Le coperture a 36 mesi mostrano infatti valori più alti rispetto a quelle rilevate per la medesima coorte di nascita a 24 mesi l'anno precedente e le vaccinazioni obbligatorie a 36 mesi raggiungono il 95 per cento.

In Lombardia la legge arriverà a breve: entro giugno saranno approvate le nuove regole per gli asili nido, che prevederanno anche l'obbligo per le strutture di richiedere i certificati vaccinali dei bimbi. Era stato già stabilito nel lontano 1967, per essere in vigore oltre 30 anni e infine decadere nel 1999.

"Introdurre l'obbligo della vaccinazione come requisito per l'accesso alle scuole senza prima mettere a disposizione delle famiglie i vaccini obbligatori in forma singola, rappresenta una violenza che sarà portata dinanzi la Corte Europea dei diritti dell'uomo" aggiunge.