Ufficiale, vaccini obbligatori a scuola: ecco cosa rischiano le famiglie

Ufficiale, vaccini obbligatori a scuola: ecco cosa rischiano le famiglie

L'anti Pneumococco e Zoster per gli anziani, l'anti Meningococco b, Rotavirus e Varicella per i più piccoli (primi due anni di vita e 5-6 anni di eta'), l'anti Papillomavirus anche per gli adolescenti maschi e il meningo tetravalente, sempre per gli adolescenti: sono le nuove vaccinazioni offerte gratuitamente come previsto dal Piano Vaccini 2017-2019.

Il decreto rende obbligatori "una serie di vaccini che finora erano semplicemente raccomandati".

"Per la scuola dell'obbligo la mancanza di documentazione sui vaccini produrrà da parte dell'autorità scolastica sanzioni dalle dieci alle trenta volte maggiori di quelle esistenti", aggiunge Gentiloni. Per la Lorenzin non basta: dal momento che non tutti i bambini frequentano le scuole dell'infanzia, per avere una copertura sufficiente è necessario estendere l'obbligatorietà fino a 10 anni. I commenti non devono necessariamente rispettare la visione editoriale de Il Sole 24 ORE ma la redazione si riserva il diritto di non pubblicare interventi che per stile, linguaggio e toni possano essere considerati non idonei allo spirito della discussione, contrari al buon gusto ed in grado di offendere la sensibilità degli altri utenti.

Nei giorni scorsi, il Premier Gentiloni aveva auspicato di poter "varare il decreto entro la prossima settimana", e l'approvazione non si è fatta attendere.

"Superare le difformità a livello regionale e dare un'unica linea di indirizzo". Questo prevede il decreto approvato oggi in Consiglio dei ministri, illustrato da Beatrice Lorenzin.

"Lorenzin ha anche chiarito che il dirigente scolastico "è tenuto a monitorare che nell'ambito di una classe o della scuola sia mantenuto il cosiddetto 'effetto gregge'", ovvero che la copertura vaccinale non scenda sotto il parametro del 95% che garantisce la sicurezza". I genitori che non vaccineranno i figli per l'accesso a scuola dai 6 ai 16 anni incorreranno in una multa che va da 500mila a 7.500 euro.

"Applicheremo le sanzioni in modo graduale, perché il sistema sanzionatorio avrà l'obiettivo di aggiornare le famiglie, attraverso un meccanismo di inclusione", ha aggiunto. Alcune misure del decreto sui vaccini sono state approvate dal Consiglio dei ministri alvo intese: "ci sono ancora dei nodi che tecnicamente stiamo cercando di risolvere". E il controllo avviene ogni anno, non una tantum.