Trump dice "tedeschi pessimi" (e il consigliere si arrampica sugli specchi)

Trump dice

"La straordinaria storia e bellezza che ci circonda credo possa dare un contributo molto importante ai leader del G7 e aiutare la comunità internazionale a dare risposte ai cittadini: sul terrorismo e sicurezza faremo una dichiarazione importante" e si affronteranno i temi del "cambiamento climatico, dei grandi flussi migratori e del commercio mondiale dal quale dipendono tanti posti di commercio nel mondo".

Il presidente della Commissione europea, Jean-Claude Juncker, ha detto che potrebbe essere stato un "problema di traduzione" ad aver spinto la stampa tedesca ad attribuire al presidente quella affermazione. "Non è vero che il presidente ha avuto un approccio aggressivo". "Guardate quanti milioni di auto vendono negli Usa: spaventoso". Trump, in particolare, si sarebbe riferito al massiccio surplus commerciale tedesco: uno squilibrio macroeconomico tale da indurre il presidente americano a minacciare dazi consistenti dedicati alle auto tedesche, pur di scuotere i partner di Berlino da questo stato di cose che si protrae ormai da anni.

New York, 26 mag. (askanews) - Il direttore del Consiglio economico nazionale, Gary Cohn, ha voluto chiarire le frasi del presidente degli Stati Uniti, Donald Trump, che avrebbe detto, secondo il settimanale tedesco Der Spiegel, che "i tedeschi sono pessimi, davvero pessimi". Il presidente "ha detto: 'non ho un problema con al Germania, ho un problema con il commercio tedesco'" ha ribadito Cohn.

Qualunque sia l'esatta verità, il problema non ha impedito a Trump e Merkel di passare qualche momento lieto insieme a Taormina, dove all'avvio del G7 sono stati visti ridere in compagnia della britannica Theresa May e del presidente Ue Donald Tusk. "La diplomazia oggi ha bisogno di idraulici professionisti piuttosto che di diplomatici indiscreti" ha aggiunto, giocando sul significato della parola inglese "leak", "fuga di notizie", ma anche e soprattutto "perdita" d'acqua o liquido.