Trump alla Nato: "23 paesi su 28 non pagano abbastanza" VIDEO

Trump alla Nato:

"Oggi decideremo la partecipazione della Nato alla coalizione, ma l'espansione del sostegno alla coalizione globale non significa che la Nato si impegnerà in combattimenti". Sul tavolo due temi principali: l'aumento delle spese della Difesa da parte di Europa e Canada e l'entrata della Nato nella coalizione anti-Isis a guida Usa.

Lo afferma il segretario generale della Mato, Jens Stoltenberg, in un editoriale sul Wall Street Journal, sottolineando che la Nato puo' fare di piu', "incluso un ruolo formale nella lotta all'Isis".

Gli Usa, durante la sua amministrazione, si aspettano che gli alleati contribuiscano alle spese di difesa comune.

New York, 25 mag. (askanews) - Nonostante stia cercando di dare una nuova immagine più istituzionale, Donald Trump non riesce a evitare del tutto i suoi ormai noti atteggiamenti da bullo. "Ciò non è giusto nei confronti degli Stati Uniti e dei contribuenti americani".

L'attentato di Manchester riverbera la sua luce spettrale anche sulla Nato. "Dobbiamo essere duri, dobbiamo essere forti e dobbiamo essere vigilanti". In alcune fasi del vertice, gli altri leader sono parsi snobbare Donald Trump. Tanto meno il premier del Montenegro, Dusko Markovic. Intanto però la polizia britannica ha annunciato la sospensione della cooperazione d'intelligence con gli Stati Uniti. Complice il recente e tragico attacco di Manchester, il terrorismo di matrice jihadista è stato ancora una volta riconosciuto come la più chiara e preoccupante minaccia odierna, ed è proprio in questa direzione che la Nato ha deciso di muoversi.

Tornando all'antiterrorismo, l'alleanza contribuirà alla lotta contro lo Stato Islamico con aerei Awacs e l'ulteriore condivisione di informazioni.

Cassa a parte, le decisioni più importanti prese a Bruxelles riguardano la lotta al terrorismo, e il nuovo ruolo che l'Alleanza atlantica si appresta ad assumere, aderendo formalmente, come membro a pieno titolo, alla Coalizione anti Isis.

"Il vertice Nato è utile per il rilancio solidarietà transatlantica". Questa sostituirà una sede provvisoria messa a disposizione in tutta fretta dal governo belga nel 1967, quando l'organizzazione si trasferì a Bruxelles, lasciando Parigi per via della scelta francese di abbandonare la struttura militare integrata.