Trump a Roma: le tappe della visita

Trump a Roma: le tappe della visita

ORE 8.42: - Melania e Ivanka conversano con i prelati mentre Trump è con il Papa. Con loro anche Ivanka Trump che lascerà la Capitale domani. Sarà l'occasione per parlare del vertice del G7 che si aprirà venerdì a Taormina.

L'incontro fra Papa Francesco e il presidente americano Trump è un momento molto importante per la capitale romana. Roma, comunque, è abituata al caos e, a parte qualche ingorgo di troppo, dovrebbe filare tutto liscio.

Trump invece andrà in visita al presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, che incontrerà nella sala del Bronzino al Quirinale. Ora Trump scenderà alla prima loggia per andare a colloquio con il segretario di Stato, cardinale Pietro Parolin, e con il segretario per i Rapporti con gli Stati, monsignor Paul Richard Gallagher.

Melania, alle 11.15, visiterà l'eccellenza dell'ospedale pediatrico vaticano Bambino Gesù. Al termine dell'incontro il presidente americano visiterà la Cappella Sistina e la Basilica Vaticana.

In seconda istanza, arrivando al Quirinale il presidente degli Stati Uniti ha ignorato il protocollo e passando sulla guida rossa approntata nel cortile del palazzo con il reparto della Marina schierato, il presidente - pur non in visita ufficiale - non ha reso gli onori alla bandiera italiana che gli è stata presentata all'inizio del picchetto. Sono tre i luoghi ritenute "rosse" per il grado di allerta in vista della visita di Donald Trump: Villa Taverna, dove alloggerà la famiglia Trump e la delegazione di Stato che la accompagna, il Vaticano e il Quirinale. Poi il Papa, Trump e la first lady Melania si sono intrattenuti in un incontro privato al termine del quale il presidente americano avrebbe detto: "Thank you, thank you, I will never forget what you said" ("Grazie, grazie, non dimenticherò mai quello che mi ha detto"). Donald Trump ha tenuto a ribadire ai presenti che Melania parla sei lingue.

Il percorso del corteo presidenziale è top secret. Per Donald si tratta del primo viaggio in Italia in qualità di presidente degli Stati Uniti. Oltre alle zone interdette, intorno agli obiettivi sensibili, durante la visita di Trump sarà in vigore una 'zona verde' interessata da blocchi temporanei del traffico al passaggio del corteo presidenziale. Resta in vigore la zona verde in centro, in cui non saranno consentite manifestazioni a rischio.

Il dispositivo di sicurezza è scattato martedì alle 7 quando i Parioli hanno cambiato volto.

Inevitabili le ripercussioni per il trasporto pubblico: le corse delle due linee tram 3 e 19 saranno limitate e saranno attivate le navette-bus da piazza Galeno verso viale delle Belle Arti e piazza Risorgimento.