Trump a Roma, incontrerà anche il presidente Mattarella

Trump a Roma, incontrerà anche il presidente Mattarella

Papa Francesco riceverà il 24 maggio alle 8,30 nel Palazzo Apostolico il Presidente degli Stati Uniti Donald Trump. Infine, il presidente parteciperà al vertice della Nato a Bruxelles il 25 maggio e al summit del G7 a Taormina, in programma il 26-27 maggio.Il consigliere per la Sicurezza nazionale, il generale H. R. McMaster, ha detto che questo viaggio permetterà a Trump di dimostrare che "la politica dell'America First è pienamente compatibile con la leadership americana nel mondo", compresa "la volontà di usare la forza militare quando necessario, come dimostrato in Siria dopo gli attacchi di Assad con le armi chimiche". Un segnale di distensione, dopo le critiche che Bergoglio ha riservato a Trump per le sue politiche anti-immigrazione. Il rapporto "a distanza" tra i due non è stato finora dei migliori.

Donald Trump a Roma il prossimo 24 maggio, vedrà Papa Francesco e il capo dello Stato Mattarella. È quanto è emerso in particolare dall'intervista pubblicata domenica 22 gennaio sul quotidiano spagnolo "El Pais".

In un comunicato stampa rilasciato lo stesso giorno, il portavoce della Casa Bianca, Sean Spicer, ha affermato che il presidente andrà per primo in Arabia Saudita e poi in Israele e Palestina. Sempre il concreto. Il cristianesimo o è concreto, o non è cristianesimo.

Come e' noto prima dell'elezione di Trump, il Papa e altri esponenti della Santa Sede avevano marcato una distanza dalle sue posizioni: c'e' preoccupazione - disse il Sostituto per gli affari generali della Segreteria di Stato, monsignor Giovanni Angelo Becciu - perche' noi siamo messaggeri di un'altra cultura, quella dell'apertura. Ma anche secondo i più stretti consiglieri del Presidente, citati dal Guardian, questo impegno è perfettamente compatibile con la leadership mondiale che gli Usa devono continuare a esercitare. Ed è proprio il concreto che ti dà i punti fisi. Tuttavia le date del viaggio coincidono con i giorni in cui in Israele si celebreranno i 50 anni della guerra del 1967, che ha sancito per gli ebrei l'unificazione di Gerusalemme e per i palestinesi la sua occupazione definitiva dei quartieri oltre la linea verde. Che cosa hai fatto, che cosa hai deciso, come ti muovi.