Trudeau: "Ho seguito Totti in tv, mai vista una cosa del genere"

Trudeau:

"Sono state trattate, infine, anche alla luce dei risultati del recente vertice del G7, alcune questioni di carattere internazionale, con speciale attenzione al Medio Oriente e alle aree di conflitto". Successivamente ci si è soffermati sui temi dell'integrazione e della riconciliazione, come anche su quello della libertà religiosa e sulle attuali problematiche etiche.

Il premier canadese Justin Trudeau, archiviato il deludente incontro a Taormina con i leader degli altri sei Paesi più potenti al mondo, ha voltuto proseguire il suo viaggio in Italia, accompagnato dalla moglie Sophie. "Domandiamo - concludeva la raccomandazione in riferimento alle lettera di Benedetto XVI - scuse simili a quelle del 2010 per le vittime irlandesi di abusi a un anno dalla pubblicazione di questo rapporto e che il Papa le presenti in Canada". "Confermo che il governo è nella pienezza dei suoi poteri e ha degli impegni che intende mantenere". C'è chi ha notato che con Donald Trump, ricevuto cinque giorni fa, Francesco si era intrattenuto un po' di meno, 30 minuti, ma tant'è. Questa mattina, in uno stadio Olimpico che ancora conserva l'atmosfera del saluto di ieri di Francesco Totti, si è tenuta la partita che ha visto affrontarsi i Liberi Nantes, squadra in cui militano diversi giovani rifugiati, le ragazze della Fiorentina Women e una rappresentativa dell'associazione Open Goal. Trudeau ha ricevuto in dono da James Pallotta, presidente della Roma, e dal dg giallorosso Mauro Baldissoni una maglia di Totti con tanto di autografo.