Tragedia a Messina, 14 enne travolta da treno

Tragedia a Messina, 14 enne travolta da treno

Ha gettato una città intera nello sconforto la tragedia di Serena Antonuccio, morta ieri a soli 13 anni dopo essere stata investita da un treno in corsa sui binari della tratta Messina-Catania, a Mili Marina, dove la giovanissima era conosciuta da tutti per la sua bontà, il suo sorriso e la sua vivacità, come evidenzia La Gazzetta del Sud. Il papà Francesco, stimato ferroviere, e la mamma Angela non riescono a darsi pace mentre gli inquirenti provano a ricostruire l'accaduto. Da un gioco finito male a una caduta accidentale. Nulla, però, viene sottavalutato o escluso dagli investigatori in un'indagine così delicata. Alessandra Oliverio, sia la sezione minorile della Squadra mobile, sotto il coordinamento della dirigente Rosaria Di Blasi.

Quel che è certo, quel che a Mili tutti riferiscono e ricordano, è che Serena era una ragazzina buona, stimata e piena di vita, seguita con totale amore e dedizione da mamma e papà, talora irrequieta ma come lo sono i preadolescenti dei nostri tempi. Non vedendola tornare dalla palestra, i genitori hanno cominciata a cercarla quando hanno ricevuto la terribile notizia.

A quanto pare la ragazzina sarebbe passata attraverso un cancello che porta alla stazione e poi passata sulle rotaie.