Totti: Spalletti, se non battiamo Genoa altro che festa

Totti: Spalletti, se non battiamo Genoa altro che festa

Col Genoa sarà la sua ultima volta ufficiale su quel prato che è stato la colonna sonora della sua vita, con l'inevitabile coro "Un Capitano, c'è solo un Capitano!" che si leverà alto nel cielo della Capitale e saranno lacrime da parte di un popolo che non avrebbe mai voluto che questo giorno arrivasse. I tre punti sono fondamentali per far venire bene questa festa, altrimenti la festa ce la fanno gli altri. Il Napoli probabilmente vince perché sta bene, gioca un gran calcio come noi e fa tanti goal.

Francesco Totti ha dimostrato negli anni non solo di essere un grande calciatore, ma anche di essere uomo di grande cuore e volontà riuscendo a regalare anche azioni di grandissima umanità fuori dal campo.

785 Le presenze in sfide ufficiali, uno dei tanti record della storia della Roma: Francesco, quelli in termini di partite disputate e gol, li ha battuti praticamente tutti. Datemi la palla sui piedi e vi faccio vedere io, è un modo di togliere responsabilità agli altri calciatori, di dare la forza che il campione ha. Però ci sono stati momenti dove non ho condiviso le sue prese di posizione. "Questa è stata la nostra qualità". In qualcuna serve che lui faccia ancora profondità, essere capitano di una squadra, essere leader di una squadra vuol dire donare quello che hai agli altri.

Nel corso di un collegamento di Sky, Totti ha fatto una mini 'irruzione' davanti alle telecamere e, alla domanda "Qual è la tua sensazione?" "Gli allenatori cambiano, sono cose che succedono". Noi dobbiamo vincere, non possiamo accontentarci dei successi di Totti. C'è dentro, se non ha vinto niente, anche il suo comportamento, nonostante i numeri importanti. Forse la cosa fondamentale che gli ricorderò è aver usato quella strategia che ogni volta si riparte da zero. Nella volta precedente, lui sbagliò in una stagione sei rigori di fila. Io ho detto chi l'ha scritto. "Secondo me un calciatore che sbaglia tre calci rigori si può cominciare a parlarne del fatto di cambiare". Totti è un dono che ci è stato fatto per tutti quelli che amano questo sport e gli vogliamo tutti bene. Tutti l'hanno potuto usare e vedere.