Torna il terrore in Europa: strage ISIS a un concerto a Manchester

Torna il terrore in Europa: strage ISIS a un concerto a Manchester

Aaron Spears, questo il nome del musicista, ha raccontato dettagliatamente alla Fox News i primi istanti dopo la tragica esplosione, che ha ucciso 22 persone e ne ha ferite 119. Nei corpi di alcune delle persone coinvolte sono stati trovati bulloni, con cui era stato riempito l'ordigno.

Per ora una persona è stata fermata dalle autorità in relazione all'attentato di ieri notte. Il bilancio delle vittime dell'attentato terroristico all'Arena dove si svolgeva lo show della popstar idolo dei teenager è salito a 22 morti, tra cui bambini. E cominciava la triste identificazione delle vittime, prima la 18enne Georgina 'Gina' Callander che, riporta il Sun, è spirata in ospedale con la mamma al suo capezzale ed è pianta sui social da una folla crescente. Avrebbe raggiunto Manchester in treno da Londra.

In queste ore nelle quali il mondo solidarizza con gli inglesi, per i vergognosi attentanti di Manchester, in moltissimi si sono riversati sul web per cercare "MA CHI E' QUESTA ARIANA GRANDE?".

"I terroristi non vinceranno mai". Intanto ha diffuso un messaggio di cordoglio e solidarietà alle famiglie delle vittime.

L'attentato, il più grave sul suolo britannico dai tempi dei fatti del 2005, si verifica nel pieno della campagna elettorale per il voto dell'8 giugno.

In giornata gli uomini dell'antiterrorismo hanno arrestato un 23enne a Manchester in relazione alla strage di ieri sera. "L'Italia si unisce al popolo e al governo britannici". Il presidente americano, Donald Trump, ha parlato di "opera di perdenti malvagi". Le principali strade dello shopping sono deserte e tanti negozi hanno abbassato le serrande oppure hanno riaperto una volta ottenuto il permesso dalla polizia. "Sconfiggeremo il terrorismo", ha detto il presidente della Commissione Ue, Jean Claude Juncker: "Oggi siamo in lutto con voi". L'uomo ha anche aggiunto che il doloroso ricordo di quei momenti accompagnerà per tutta la vita i musicisti che si trovavano a Manchester quella sera. "Orrore" e "costernazione" anche del presidente francese Emmanuel Macron. Lo ha annunciato la premier Theresa May. La struttura, la più grande arena indoor d'Europa, con una capienza di oltre 21.000 posti, era affollata soprattutto di giovani e giovanissimi.

La tensione resta alta e il timore è che non si tratti di un atto isolato: "E' stato evacuato il centro commerciale più grande della città - commenta Sergio - dicono per una prova antincendio, ma chiaramente l'allerta è altissima e i controlli si sono intensificati".