Spiagge e fondali puliti, iniziative di Legambiente in tutta la Calabria

Spiagge e fondali puliti, iniziative di Legambiente in tutta la Calabria

Non a caso quest'appuntamento tutto italiano condivide la sua mission con "Clean Up The Med" campagna internazionale di pulizia di spiagge e fondali che coinvolge oltre 1000 organizzazioni in 21 paesi che si affacciano sul Mediterraneo: dall'Algeria alla Francia, dalla Grecia a Malta, dal Portogallo alla Palestina. Anche se di poco fuori top ten, una menzione speciale va riservata alla presenza dei sacchetti di plastica, shopper e buste, che rappresentano l'undicesimo oggetto più frequente sulle spiagge italiane (il 2%). Ovviamente la plastica, presente nell'84 per cento degli oggetti rinvenuti, seguita da vetro/ceramica (4,4%), metallo (4%), carta e cartone (3%). Al primo posto, tra gli oggetti ritrovati, le reti per la coltivazione dei mitili (11 per cento), l'80 per cento delle quali era sulla spiaggia pugliese di Isola Varano, comune di Ischitella, nel Foggiano.

Al secondo posto troviamo tappi e coperchi (9,6%), al terzo posto frammenti di oggetti fatti di plastica (9,3%) minori di 50 cm. E ancora: mozziconi di sigaretta (8,5 per cento), bottiglie e contenitori di plastica per bevanda (7,7 per cento), cotton fioc (6,1 per cento), stoviglie usa e getta (4,4 per cento) e polistirolo (4,4 per cento).

A preoccupare è poi il fatto che ben il 64% dei rifiuti spiaggiati sia stato creato per essere del tipo "usa e getta".

Legambiente denuncia: "Un mare di rifiuti sulle spiagge campane" Galleria fotografica Sono 17.161 i rifiuti spiaggiati sui litorali della Campania. Il rapporto di Legambiente ne evidenzia tre in particolare: cattiva gestione dei rifiuti urbani (49%), pesca e acquacoltura (14%) e mancata depurazione (7%). A far la parte da leone tra gli oggetti trovati sulle spiagge monitorate ci sono gli imballaggi (34%).

Questa mattina, dalle ore 9:00, i volontari di Legambiente Salerno e gli studenti dell'Istituto d'Istruzione Superiore "Trani-Moscati" sono impegnati in un'attività di pulizia presso la spiaggia libera di foce Irno (lato lido Conchiglia) nell'ambito della campagna di Legambiente "Spiagge e fondali puliti". Sono 2539 quelli trovati su 31 delle 62 spiagge dai volontari di Legambiente. Occupano il sesto posto della classifica e negli ultimi quattro anni sono aumentati notevolmente: passando dai 667 (monitorati su 24 spiagge) nel 2014 ai 2539 del 2017 (monitorati su 62 spiagge).

Nel programma della nuova edizione è compresa la conferenza sui rifiuti "Un Mare Di Plastica" Che anticipa i dati di Terracina sulla raccolta #Beachlitter2017 che saranno presentati all'onu a giugno in occasione della conferenza mondiale sugli oceani.

Il problema del marine litter è un'emergenza globale al pari dei cambiamenti climatici ed è un problema destinato a crescere, arrecando gravi danni alla biodiversità, all'ambiente, alla salute e all'economia, se non si interviene al più presto.