Sousa: "Napoli? Li abbiamo sempre messi in difficoltà. Cambi? Legati alle assenze"

Sousa:

"Il Napoli è una squadra che crea grandi difficoltà".

Continua Sousa: "Il Napoli è una squadra che riesce a mantenere una buona pressione per tutto il corso della sfida, dallo scorso anno mette in campo gli stessi concetti ma ha migliorato la sua qualità".

Chiusura sui singoli, Badelj: "Ne parlerà il comparto medico, poi vedrete le convocazioni" e Saponara: "Per me è un giocatore offensivo, da trequarti". Come preparare la gara di domani? "Però mi piacciono anche altre squadre, come ad esempio Roma e Sampdoria".

"Può nascere un atteggiamento diverso in base alle assenze che abbiamo (Borja e Astori, ndr)".

Sarri sembra intenzionato a confermare quasi per intero la formazione che ha sotterrato di gol il Torino: gli unici cambi che il tecnico partenopeo potrebbe operare riguardano la mediana, con Zielinski e Diawara che andrebbero a strappare la maglia da titolare rispettivamente ad Allan e Jorginho.

"Utilizza uno dei moduli che preferisco, il 4-3-3". Gli azzurri ci arrivano con tutta la rosa a disposizione e con le motivazioni giuste per chiudere al meglio una stagione che anche se non ha portato titoli, ha dimostrato che il Napoli potrà dire la sua in tutte le competizioni nei prossimi anni. Dobbiamo vincere anche al San Paolo. In avanti si dovrebbe rivedere Babacar, in coppia con Bernardeschi sulla trequarti, dietro l'unica punta Kalinic. Anche io sono concentrato sull'allenamento e sui ragazzi.

"Cercherò di fare le migliori decisioni per vincere la partita".

Non si gioca in contemporanea? Ad inizio stagione avevo pensato ad un modulo con due attaccanti, domani potrei riproporlo contro il Napoli che è una delle squadre più spettacolari.