Sisma Centro Italia, salvata la speleologa ferita nella grotta

Sisma Centro Italia, salvata la speleologa ferita nella grotta

Poi saranno avviate le manovre di risalita ma il Soccorso alpino, intervenuto a Cittareale con una cinquantina di tecnici, stima che saranno necessarie diverse ore per raggiungere e trasportare la speleologa all'esterno della grotta.

"Mi sono recato immediatamente sul posto e coordinato con i soccorritori". Il lavoro dei soccorritori potrebbe durare anche tutta la notte. "Stiamo monitorando la situazione, che è sotto controllo, e abbiamo piena fiducia nelle forze in campo che stanno operando in queste ore l'intervento di salvataggio", ha detto in serata il primo cittadino. Stanno raggiungendo Cittareale altre squadre del Soccorso alpino e speleologico.

Lieto fine per la vicenda della speologa ternana di 30 anni che nel tardo pomeriggio di domenica 30 aprile era rimasta ferita in uno dei pozzi della grotta delle Sibille, a Cittareale (Rieti).

La Grotta di Cittareale ha una storia che risale al 1962 quando il Gruppo Speleologico Spoletino accatasto' il pozzo d'ingresso, denominandolo "Pozzo della Sibilla". Durante tutta la permanenza nella grotta, a unaprofondità di circa 150 metri, è stata assistita da un medicoche faceva parte della stessa cordata di esploratori del GruppoGrotte Pipistrelli del Cai di Terni.