Serie A Cagliari, Rastelli: "Col Sassuolo voglio i tre punti"

I neroverdi ad inizio stagione hanno fatto il loro storico debutto in Europa League, una vetrina che però è stata pagata a caro prezzo: la squadra non è riuscita ad onorare nel migliore dei modi le due competizioni anche per alcuni infortuni importanti. Il gol di Sau non basta a cambiare il trend della partita, che vede i neroverdi andare ancora in gol (autogol di Borriello su tiro di Sensi, poi rigore di Iemmello). Passa un minuto e sono tre: da fuori area ci prova Politano, che con azione personale segna un gran gol. Dopo la mezz'ora, però, gli uomini di Di Francesco ristabiliscono le distanze con l'autogol di Borriello, che devia una punizione di Sensi e batte Rafael.

LA RIPRESA - La ripresa si apre subito con una sostituzione decisa da mister Rastelli che lascia negli spogliatoi uno spento Padoin il cui posto è stato preso da Ionita. Ancora ospiti in attacco al 52' quando sugli sviluppi di un calcio d'angolo, Pisacane ha calciato benissimo col sinistro da dentro l'area di rigore centrando in pieno l'incrocio dei pali della porta emiliana. Iemmello non perdona e al 55' segna così il quinto gol neroverde spiazzando Rafael. Al 60' arriva il secondo gol della bandiera per il Caglari: lo segna Ionita con inzuccata su assist di Tachsidis. Borriello e Bruno Alves per comportamento non regolamentare. Iemmello ha capito che si deve allenare in un certo modo, forse l'ha capito tardi. Il triplice fischio dell'arbitro mette fine alla giornataccia dei ragazzi di Rastelli e consegna ai tifosi del Sassuolo una bella giornata da ricordare.

"Merita di giocare e, anche se è un po' indietro di condizione, a livello di testa ha qualcosa in più", dice Di Francesco del capitano, infortunatosi a dicembre, che a questo punto diventa il protagonista più atteso di Sassuolo-Cagliari.