Sarri: "La Viola ci crea difficoltà. Il Sogno scudetto è solo nostro"

Sarri:

Domani che partita sarà? . Se questo facilita la vendita dei giornali, alzo le mani. Infatti in tutte le gare contro di loro abbiamo sempre sofferto qualcosina.

Paulo Sousa ha parlato anche di Saponara: "Sta crescendo bene".

La viola insegue invece l'Europa League che ormai può raggiungere solo attraverso i preliminari, che dovrebbe scippare al Milan, una posizione e un punto sopra i toscani. "Cercherò di fare le migliori decisioni per vincere la partita". "Ultimamente stiamo trovando questa continuità, qualcuno dice che per vincere a volte serve giocar male ma per me non è vero..." E se l'attacco sembra ormai appaltato definitivamente al trio delle meraviglie Callejon, Mertens, Insigne qualche dubbio permane per quel che riguarda il settore nevralgico del campo. "La nostra filosofia deve tirar fuori le nostre potenzialità, poi se non corrisponde al primo posto pazienza, ma ci tira fuori il nostro 100%". Sono molto concentrato sui ragazzi: li spingerò al massimo per vincere.

"Siamo diventati come Renzo Arbore, si finisce sempre con Catalano".

"Chi ha il fatturato più alto vince?" È normale, per fortuna non è matematico.

"Il gruppo è sano, con dei valori, crede in quello che gli presento". Io con altri gruppi ho avuto problemi enormi essendo lo stesso che sono qui.

Quanto è distante l'idea di calcio che hai in mente, che corrisponde al risultato massimo? Noi abbiamo un sogno ma voi non ci dovete chiedere qual'è. C'è da stabilire, però, come accedervi. Che il Napoli fosse il lotta per il titolo a due dalla fine non accadeva da quasi 30 anni: "Siamo soddisfatti di quello che facciamo, ma vorremmo arrivare in fondo per avere una base importante per continuare poi a far bene. Ma il sogno rimane mio".

Terzo posto obiettivo intermedio? Questa cosa ci disturba un attimo perché non siamo abituato.

"Tirarla fuori dai discorsi e pensiamo al record storico di punti che è a 3 punti da noi".